Genere:
ROMA CALIBRO ZERO
A Roma, una soffiata porta il commissario Gianni Giunti e l’assistente Flavio Fiore a irrompere in uno stabile fatiscente nel quartiere San Lorenzo, dove trovano tre tossicodipendenti in stato confusionale e il cadavere di una ragazza violentata. Il caso sembra risolto in partenza, ma niente è come appare: lo stupro è avvenuto post mortem e la ragazza è deceduta in un luogo diverso dall’edificio in cui è stata ritrovata, mentre era in compagnia di una persona appartenente all’élite della Roma bene, un uomo che una consorteria criminale ha l’incarico di proteggere. Ben presto è chiaro a tutti che una serie di insospettabili hanno interesse a depistare le indagini, così come è chiaro che anche all’interno della polizia c’è qualcuno che, per motivi di forza maggiore, è stato costretto a sporcarsi le mani. Un romanzo dal ritmo serrato e dai risvolti profondamente umani, che racconta gli angoli di una città dove sembra che non si salvi nessuno. Una storia di affari loschi e conflitti tra gang, tradimenti e vendette, omicidi ed estorsioni, in una Roma sempre più allucinata, una città dove il degrado delle borgate si contrappone all’opulenza delle feste più esclusive.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

RECENSIONE a cura di Edoardo Todaro

Mauro Marcialis irrompe alla grande nel panorama, ormai numeroso, degli autori noir italiani, e lo fa facendosi accompagnare dai una Roma contraddittoria e problematica. Il tutto prende spunto dal ritrovamento di 3 tossicodipendenti, tra l’altro immigrati senza permesso, ed una ragazza morta. Semplice, facile e scontato l’esito? No tutt’altro visto che all’interno della sezione della squadra anticrimine opera una squadra speciale che non disdegna affatto l’uso delle maniere forti negli interrogatori, che dispone a proprio piacimento di una serie di prostitute ricattate e ricattabili e che pratica l’uso del sequestro per uso personale di sostanze stupefacenti. Una squadra, “ FULL ROMA “ , che per il proprio ruolo svolto  è sicura della propria incolumità, che annovera collusioni di vario tipo, estorsioni, depistaggi, truffe ed appunto, torture. In questa squadra un ruolo importante è rivestito da Flavio, imbottito di colpe non solo di psicofarmaci, che deve fare i conti con una vita disperata, segnata da problemi familiari che lo fanno dibattere tra bisogni e necessità; tra il dovere e l’onore, il senso di responsabilità ed il risolvere in qualunque modo i problemi che lo affliggono. Allo stesso tempo Marcialis ci porta a conoscere i lati nascosti, anzi rimossi di Roma come ad esempio le baby squillo. Una Roma che ha la corruzione come punto di riferimento. Una corruzione che non è solo economica, ma soprattutto è la personalità dei singoli che cede di fronte alle sirene di una carriera che può progredire, che va avanti, se i casi su cui magistrati e poliziotti indagano vengono risolti nel breve tempo possibile. In definitiva il ricatto è “ lavoro scrupoloso”ch e si affianca al “ pesto la gente “ “ci vado giù pesante “. Non poteva mancare la descrizione della Roma che conta, della Roma bene: mondo della politica, della finanza, industriali, mondo dello spettacolo, uomini di chiesa e forze dell’ordine …. non manca niente ed il minimo sindacale è esagerare e lo status quo l’unica ideologia di riferimento. Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia, quella della Roma decadente  dove al pronto soccorso ci vai con il sacco a pelo ed a scuola con il casco. Leggere quanto ci viene descritto non può non richiamare la Roma del mai dimenticato Remo Remotti. Aggiungiamo a tutto questo che scopriamo anche una nuova attività lavorativa: persone che sono disposte a dichiarare il falso per costruire alibi…..

Dello Stesso Genere...
Noir
gpierno
UN NIDO DI VESPE

Recensione a cura di Giampaolo Pierno Dopo il romanzo “Il corpo del gatto” in cui dà prova della particolare propensione e qualità nel cimentarsi con

Leggi Tutto »
Noir
etodaro
Le notti senza sonno

Recensione a cura di Edoardo Todaro Con “ Le notti senza sonno “ ci imbattiamo in Gian Andrea Cerone e nel suo esordio nel campo

Leggi Tutto »

Lascia un commento