Genere:
Il mistero del dipinto scomparso
Sperduto tra i borghi dell’Umbria, isolato in cima a una collina, si trova il castello della nobile casata dei Montefalco: un’imponente costruzione tardomedievale perennemente avvolta dalla nebbia. Al suo interno è custodito un quadro che è da generazioni oggetto di discordia: un’antica tradizione familiare, infatti, vuole che esso non debba mai lasciare il castello e che chiunque ne sia il possessore diventi anche il padrone della rocca. Il vecchio Guido Montefalco, l’attuale proprietario, è ormai in fin di vita, e l’erede designato dovrebbe essere Filippo, il maggiore dei suoi tre nipoti. Ma una sera d’estate il giovane Leandro, figlio di Filippo, scopre che qualcuno sta tramando per rubare il dipinto. I sospettati sono molti, ma il colpevole è uno solo. Il ragazzo è intenzionato a smascherarlo e impedirgli di portare a termine il suo diabolico piano. Ma per riuscirci dovrà spingersi nelle zone più inaccessibili del castello, raccogliere indizi e superare molte prove ed enigmi… Siete pronti ad aiutarlo? Dall’autore de “Il gioco di Andromeda”. Giallo enigma. Molti sospettati, un solo colpevole. Entra nelle stanze del castello e risolvi tutti gli enigmi per scoprire i segreti della famiglia Montefalco.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Vagare per le stanze di una libreria è sempre un piacere e lo è ancora di più se ci si imbatte in un libro che cattura l’attenzione fin dal primo istante. Sarà stato il titolo o la copertina o forse la definizione di giallo enigma ad adescare la mia attenzione comunque il libro in questione è tornato a casa con me. Decisamente soddisfatta dell’acquisto visto che questo libro non è come i soliti! L’autore dà il compito al lettore per capire chi è o chi sono i cattivi della storia. Magari qualcuno potrà dire che anche altri autori lo fanno, ma Iacopo Cellini richiama proprio il lettore e lo sfida a risolvere gli enigmi. L’autore parte avvantaggiato visto che adora gli enigmi e si evince dal fatto che ha creato un blog sui rompicapo che si chiama Enigmatopia, con relativo gruppo su Facebook. Ma il lettore potrebbe “sfidarlo” e riuscire a indovinare la fine del libro. Credo che ad ogni lettura il lettore si impegni nel capire chi è il colpevole, ma in questo caso dovrà fare delle scelte come si fa in un libro game e arrivare alla fine con abbastanza elementi che gli faccia districare l’intreccio architettato dall’autore. Nella storia il lettore affiancherà il protagonista Leandro Montefalco, uno degli eredi di una famosa famiglia umbra, con lui perlustrerà il castello alla ricerca del colpevole. L’atmosfera nebbiosa è legata ad un misterioso quadro che campeggia sopra il camino della sala da pranzo, un quadro ammirato dal suo prozio Guido e da suo zio Gerardo fino a consumarlo, un quadro che catturerà anche il lettore per l’ambientazione e per il segreto che dovrebbe contenere. La lettura è decisamente piacevole, l’autore descrive tutto alla perfezione, forse è fin troppo benevolo col lettore, ma solo in questo libro perché nel secondo, che uscirà a fine maggio non sarà tanto clemente quindi aguzzate il vostro ingegno già da questa letturache non vi deluderà.

Dello Stesso Genere...
Noir
elio.freda
Il calciatore

Recensione a cura di Elio Freda Primo romanzo dall’autore, pubblicato originariamente nel ’97  (e riproposto nuovamente in formato digitale) “Il calciatore” di Governi è uno

Leggi Tutto »
Giallo
mdifelice
La taverna degli assassini

Ogni volta che viene annunciata l’uscita imminente di un libro di Simoni per me c’è sempre grande attesa e una gran voglia di recarmi subito

Leggi Tutto »
Noir
etodaro
L’affronto

RECENSIONE a cura di Todaro Edoardo Prima di tutto è necessario spendere alcune parole a proposito di chi è Yasmina Khadra. Al primo impatto si

Leggi Tutto »

Lascia un commento