Genere:
Una notte senza ore – Emilio Pirraglia
Un gruppo di cinque amici al bar, tra fumo, biliardo e chiacchiere, si organizza per la serata. Come al solito si va a ballare in città. Uno sconosciuto signore ha indicato ad uno dei protagonisti una scorciatoia per raggiungere il loro locale preferito: il “Mesopotamia”. Si rivela una notte sopra le righe, tra scazzottate, femmine e alcool. Solo due dei ragazzi riescono ad uscire dal locale, per intraprendere, con un paio di ragazze conosciute sulla pista da ballo, il viaggio di ritorno a casa. Un viaggio in cui si susseguono avvenimenti ed incontri surreali, che mettono a dura prova la mente ed il corpo dei viandanti. La spirale di eventi si avviterà su se stessa, fino a portare i due protagonisti alla scoperta della verità che li ha accompagnati dall’inizio della serata. Una storia che cristallizza una notte nella vita passata con gli amici. Una notte che si accartoccia su se stessa, sfociando in un horror psicologico, che imprime il finale sulla soglia d’ingresso in una nuova fase dell’esistenza.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Romanzo d’esordio per Emilio Pirraglia che contiene diversi spunti veramente molto interessanti anche se si nota una carenza nella fase di editing. La storia è molto ben pensata, i personaggi sono curati anche se si poteva osare qualcosa in più nella caratterizzazione. Quello che, a mio modo di vedere è un pochino il punto dolente è la struttura del romanzo; l’alternanza di dialoghi, digressioni, flashback o elementi di contorno, non sempre appaiono funzionali alla storia e talora interrompono quel crescendo narrativo creato. La giusta tensione che dovrebbe scaturire da un romanzo di questo genere subisce delle frenate improvvise, salvo poi riprendere ma con molta meno energia. Ciò rallenta il ritmo della lettura, non consentendo al lettore di apprezzare una storia che, diversamente, sarebbe stata molto più avvincente.

L’esperienza aiuterà l’autore,  i mezzi ci sono e credo che un aiuto in più sul versante strutturale, avrebbe dato più lustro ad un romanzo comunque molto più che godibile.

Votazione : 3/5

Dello Stesso Genere...
Horror
elio.freda
Obscura

Obscura è una raccolta di 13 racconti che hanno come comun denominatore un sentimento che alberga nell’animo umano e che molto spesso condiziona le scelte

Leggi Tutto »

Lascia un commento