Genere:
Sul filo del coraggio – Anthony Caruana
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…
image 7

Trama

Dov’è Lele? Come reagisce una città intera di fronte alla scomparsa improvvisa di un promettente produttore musicale di appena vent’anni, con tutta la vita davanti e interi mondi artistici da creare? Luigi, sua sorella e i loro amici sono troppo preoccupati a gestire gli scontri generazionali con le rispettive famiglie, in cui i genitori pensano più a rimanere eterni giovani invece di prendersi le proprie responsabilità, per affrontare la verità di fatti accaduti in un mondo che non gli appartiene. In una Roma che cristallizza le emozioni e fa fatica a stare al passo con i tempi, esisterà ancora qualcuno in grado di percorrere con coraggio il filo sottile della propria esistenza? Una storia che, come la realtà, si nutre di suggestioni non solo scritte ma anche visive e musicali, per restituire l’affresco multisensoriale di una generazione poco ascoltata.

Recensione a cura di Marika Campeti

“Sul filo del coraggio” è un romanzo davvero ben riuscito di Caruana, scrittore che già avevo apprezzato per il suo precedente “Contorni Opachi”.

Non solo è ben scritto e si divora, ma è anche un atto di coraggio che fa comprendere la poliedricità dell’artista e il suo intento di osare in onore dell’arte a tutto tondo.

Il testo abbraccia varie espressioni artistiche, ponendosi come un’esperienza multimediale per il lettore. Quindi, non solo si legge, le parole si fondono con la musica, il fumetto, immagini visive , tutto tradotto in linguaggio moderno e attuale (l’inserimento dei QR code è davvero geniale!) Mi è piaciuto molto l’utilizzo di font diversi nella stampa, e l’uso delle emoticons che oramai fanno parte del nostro parlare quotidiano.

Le vite dei personaggi, i loro pensieri e le loro azioni ruotano intorno alla vicenda della scomparsa di Lele, mostrando uno spaccato della vita nel quale siamo immersi, e di cui forse non ci rendiamo conto.

Personalmente ho vissuto questa lettura come uno schiaffo, per la bravura dello scrittore nel far immedesimare chi legge nella vita di ragazzi giovanissimi, mostrandomi una realtà che mi sono resa conto di non conoscere abbastanza. Chiuso il libro, come genitore ho sentito il bisogno di saperne di più sulle dinamiche in cui vivono oggi gli adolescenti, volevo cercare di capire, sentendomi davvero “rimasta indietro”.

Alcuni pensieri del protagonista sono pura poesia. Le sue riflessioni, il suo parlarsi dentro, mi hanno fatto respirare dentro la sua testa, assorbire la storia e le sue emozioni come se fossero mie.

Un altro pregio di questo romanzo, è che racconta di una realtà familiare. Tutti i personaggi, i loro drammi e la loro quotidianità sono perfettamente credibili ed è proprio l’entrare nelle loro case e nelle loro giornate così simili alle nostre, che rende questo libro non solo una piacevole lettura ma anche un insegnamento su ciò che siamo oggi.

Uno di quei libri da leggere e lasciare sul comodino per riprenderne le pagine quando ne sentiamo il bisogno.

Dettagli

  • Genere: Narrativa contemporanea
  • Copertina flessibile: 383 pagine
  • Editore: Bertoni (20 maggio 2022)
  • Collana:
  • Lingua: Italiano
  • ISBn-10:  8855354531
  • ISBN-13:978-8855354530
Dello Stesso Genere...
Giallo
felix77
La scelta del silenzio

La scelta del silenzio è il Quarto romanzo della serie dedicato a Onorina, la sciura Marpol e scritto a quattro mani dalle autrici milanesi Anna

Leggi Tutto »

Lascia un commento