Genere:
L’altra donna – Susan Crawford
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

911rdUwdNQL

Trama

È un giorno di neve quando la macchina di Joe slitta sul ghiaccio e lo schianto contro un albero lo uccide sul colpo. La donna che è al suo fianco non può fare nulla per aiutarlo. Perché non avrebbe mai dovuto trovarsi lì, in quella macchina, accanto a quell’uomo che non è suo marito. Così davanti a Dorrie si spalanca l’abisso: cosa fare? Lasciare che la sua vita – la sua bambina, il suo matrimonio – vada in pezzi, oppure scendere da quella macchina, abbandonare l’uomo che ha amato, e continuare come se nulla fosse? In una frazione di secondo, d’istinto, Dorrie lascia la scena. D’altra parte è sempre stata una brava attrice, e in vita sua ha già recitato molte parti: la figlia devota, la moglie soddisfatta. Adesso, è pronta ad affrontare la performance più importante. Peccato che alcuni dettagli dell’incidente e della morte di Joe non convincano la polizia, e che la moglie di Joe, la donna da cui lui tornava a casa tutte le sere, sembri decisa ad andare fino in fondo. Come se sapesse più cose di quante lasci intendere… Dorrie ha paura. Che ne sarà della sua vita perfetta? Saprà essere un’attrice così brava da lasciare che la verità resti sepolta per sempre?

Recensione a cura di Elio Freda

Torna in libreria Susan Crawford e lo fa con un nuovo thriller scritto con lo stile della Hawkins, in cui la trama si svolge alternando il punto di vista di tre donne, Dorrie, Karen e Maggie. Tutte e tre nascondono un segreto, sono costrette a vivere indossando una maschera, recitando una parte. Sullo sfondo la trama del romanzo che serve quasi da scenario per far si che le protagoniste affrontino ciò che più le tormenta, quel segreto che le logora dall’interno e che non permette loro di essere finalmente libere. Lo stile è impeccabile, la suspence al punto giusto e il romanzo scorre via pagina dopo pagina incuriosendo sempre più. Quello che non mi ha convinto a pieno è l’uniformtà delle due donne, la moglie e l’amante, due personaggi alla fine simili, quasi intercambiabili. Anche la scelta degli elementi di conflitto scelti dall’Autrice per narrare gli elementi della storia mi ha lasciato qualche perplessità in quanto ho atteso un confronto che non è mai arrivato. Un buon thriller in linea con la moda del momento iniziata dalla “ragazza del treno” e che sembra funzionare. Promosso, seppur con qualche riserva.

Dettagli

 

  • Copertina rigida: 294 pagine
  • Editore: Piemme (18 luglio 2017)
  • Collana: Thriller
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8856660334
  • ISBN-13: 978-8856660333

 

 

Dello Stesso Genere...
Thriller
arinaldi
Quelli cattivi

Il romanzo si apre con la morte di Pietro e, con un salto indietro di dieci anni, si torna al 1984. Ci ritroviamo nella Roma

Leggi Tutto »

Lascia un commento