Genere:
I delitti del castello
L’estate in Sicilia è sempre un affare caldo, pregno di sudore e degli improperi a cui costringe i suoi abitanti. Ma il maresciallo Bonanno quest’anno ha già pronta la soluzione perfetta: una lunga vacanza a Siculiana, a godersi sole, salmastro e tranquillità, accompagnato dalla sua fidanzata, la bellissima assistente sociale Rosalia, e la figlia Vanessa. Ma come al solito, il destino sembra metterci lo zampino, nella forma di una troupe cinematografica: nel castello di Villabosco, cittadina medievale sui Monti Sicani, si girerà Amore temerario, un film che porterà nelle sale cinematografiche la tragica storia d’amore della principessa Costanza e del prode Andrea andato a guerreggiare. Bonanno, in quanto comandante del Nucleo Operativo dell’Arma, è incaricato di garantire la sicurezza di tutta la troupe e specialmente della meravigliosa attrice protagonista, Tania Tanasi, da tutti conosciuta come la dea. Il maresciallo deve rinunciare alla sospirata villeggiatura a Siculiana, dove lo aspettavano Rosalia e Vanessa, in un momento molto delicato: l’assistente sociale infatti si ritrova alle prese con gravosi problemi familiari, su cui si allunga l’ombra di una forza oscura che da sempre tiene stretta in una morsa soffocante l’isola. Proprio quando le riprese sono ultimate e Bonanno può ricongiungersi con le sue donne, il telefono squilla nella notte e una mano assassina lascia una scia di sangue tra la troupe. Qualcuno, sottovoce, richiama vecchie truvatura e antiche leggende che ancora aleggiano nelle oscure sale del castello e non vogliono essere disvelate, ma lo sbirrume di Bonanno sa che le storie non uccidono, sono gli uomini a farlo. Ancora una volta però nulla è come appare e ogni omicidio ne porterà un altro. Sarà proprio nelle antiche sale del castello, ricche di storie e segreti, che si svolgerà la nuova indagine del maresciallo Bonanno che, affiancato dai suoi fidati aiutanti, il brigadiere capo Attilio Steppani e il carabiniere scelto Giovanpaolo Cacici, dovrà farsi strada tra una serie di delitti sempre più sanguinosi e personaggi il cui volto non è mai esattamente come appare.
Il maresciallo Bonanno indaga a Villabosco

La storia, intrigante e ben costruita, ci catapulta in Sicilia, circondandoci dei suoni, dei sapori, della musicalità tipici di questa meravigliosa terra. La Sicilia raccontata da Mistretta diventa tangibile attraverso le parole e il linguaggio colorito dei personaggi; attraverso il loro muoversi tra le atmosfere isolane.

L’ambientazione siciliana risalta, illumina quasi la storia raccontata perché ben si identifica con i personaggi che si muovono nella vicenda. La stessa immagine scelta per la copertina, il castello di Mussomeli, accoglie il lettore dando subito un brivido intenso con quella scia rosso sangue che colora l’immagine grigia.

Le vacanze per il comandante Bonanno saranno tutt’altro che tranquille. Le riprese cinematografiche che si svolgono al Castello richiedono la presenza dei carabinieri e di Bonanno stesso per garantire alla troupe la giusta sicurezza. E puntuale arriva il delitto al termine delle riprese. Scoprire cosa è successo e per opera di chi non sarà il solo problema da risolvere per Bonanno. La fidanzata Rosalia, alle prese con problemi familiari, ha bisogno di lui; il cognato di lei che forse orbita nel giro della mafia. Altro sangue scorrerà misto a leggende che vogliono presenze inquietanti tra le sale del castello.

Bonanno, testardo e tenace, sa che la cattiveria però è degli uomini e non degli spiriti.

L’indagine di Bonanno e dei suoi collaboratori sfiora tante storie, vicende e personaggi apparentemente slegati tra loro ma grazie all’acume del protagonista e a un pizzico di fortuna ogni cosa andrà al suo posto svelando un puzzle ben costruito e sorprendente. Quello di Mistretta si rivela un noir accattivante, che coinvolgerà il lettore fino alla conclusione, per nulla scontata, dell’inchiesta.

Mettetevi comodi e buona lettura!

Dello Stesso Genere...
Noir
etodaro
Labirinti

Per addentrarsi nel parlare di “Labirinti “è necessaria una premessa. Fazi editore nella sua collana specifica, “DARKSIDE”, ha dato spazio e rilevanza importante a tantissimi

Leggi Tutto »
Noir
felix77
Panico a Milano

Recensione a cura di Dario Brunetti A volte bastano delle rivelazioni necessarie a svelare crimini irrisolti per chissà quanto tempo, visto che le colpe non

Leggi Tutto »

Lascia un commento