Oggi Parliamo Con...

Mauro Zanetti

Ho il piacere di dare il benvenuto su Giallo e Cucina a Mauro Zanetti. autore di : “Tracce parallele”, “La belva di Garait”, “I fili del mondo” tutti usciti con la casa editrice  Nulla Die.

1.MaBal  – Mauro vuoi dirci chi sei e come inizi a scrivere?

M.Z.  Sono un insegnante di Trento, laureato in lettere e filosofia con una tesi in storia del Trentino. Scrivo da sempre, sin da ragazzino è stato un mio modo per comunicare a me stesso e agli altri pensieri, emozioni e stati d’animo. All’università ho iniziato a prendere in considerazione l’idea di farne qualcosa di più e così ho partecipato a qualche concorso letterario con dei racconti brevi. Poi, un po’ alla volta, è iniziata l’avventura dei romanzi.

2.MaBal  Fino ad ora sono usciti tre libri, diversi fra loro come genere e stile, come scegli le storie da raccontare?

M.Z. I primi romanzi sono due noir mentre il terzo è un libro storico sempre però venato di mistero e colpi di scena, in realtà credo che lo stile sia lo stesso in quanto la mia propensione da lettore verso le storie noir e verso i racconti storici si riflette poi nelle mie scelte da scrittore. Le trame nascono spesso da un episodio contingente, non necessariamente importante o grandioso ma che mi colpisce per qualche motivo, sul quale poi ricamo con la fantasia una trama che cerco di rendere il più avvincente possibile.

3.MaBal – Seguendoti sui social, so che per te l’ambientazione è importante, vuoi spiegare a chi ci legge perché?

M.Z. Considero l’ambientazione una protagonista del testo, al pari dei personaggi. Io ho scelto di ambientare i miei lavori in Trentino un po’ per tentare di ritagliarmi uno spazio ben riconoscibile dai lettori, in parte perché mi piace descrivere e strutturare le mie trame in luoghi che conosco e sui quali mi è comunque più semplice documentarmi.

4. MaBal – Che tipo di scrittore sei? Segui una scaletta? Prendi appunti e poi li sviluppi?

M.Z. Non utilizzo molto le scalette per la trama, preferisco invece crearmi delle schede per descrivere i protagonisti sia dal punto di vista fisico che da quello psico-caratteriale. Una volta che ho ben chiaro chi sono i miei personaggi e come interagiscono tra di loro, allora la trama si sviluppa quasi da sé come logica conseguenza.

5. MaBal – So che il tuo nuovo romanzo uscirà in primavera e senza pretendere che tu ci sveli troppo, cosa puoi dirci?

M.Z. Si tratta di un noir che segue gli eventi di un gruppo di amici tra il 1994 e il 2018, è anche una storia di formazione quindi perché i protagonisti attraversano nel romanzo l’adolescenza sino all’età adulta. E’ un lavoro molto cupo e psicologico al quale tengo particolarmente anche perché segna l’esordio della mia collaborazione con la casa editrice Altre Voci.

6. MaBal – Da poco ti sei affacciato anche al mondo dei podcast, in collaborazione con RockaboutRadio curi Trentino Noir (si può trovare su Spotify) che tipo di esperienza è?

M.Z. Esperienza nuova ma molto stimolante. Da ascoltatore apprezzo moltissimo i podcast, soprattutto quelli dedicati alle storie crime e quindi ho accolto con entusiasmo l’occasione per buttarmi in questa nuova avventura.

7. MaBal – Ho notato che mantieni uno stretto contatto con le tue lettrici/ i tuoi lettori, cosa ti spinge a farlo?

M.Z. E’ la mia natura ed è anche la parte più soddisfacente di questa avventura. Le persone che mi seguono sui social, che assistono alle mie dirette e che vengono a vedermi e conoscermi durante le presentazioni sono la vera spinta propulsiva del mio entusiasmo. Non riuscirò mai a ringraziarle sufficientemente per l’affetto e la fiducia che mi stanno accordando.

8. MaBal – Quali sono le tue preferenze letterarie? Cosa stai leggendo in questo periodo?

M.Z. Leggo davvero un po’ di tutto, tranne la fantascienza e il genere rosa ma solo perché non sono nelle mie corde, ho però una chiara predilezione per il giallo-noir e per i romanzi storici ma la vera differenza non è data dal genere ma dalla qualità del singolo libro. In questo momento sto leggendo molti testi di colleghi italiani contemporanei.

9. MaBal – Per il nostro blog “Giallo e Cucina” è d’obbligo chiederti se hai un piatto/cibo preferito? 

M.Z. Ti rispondo senza riflettere troppo ma lasciandomi trasportare dai ricordi verso quello che considero il mio piatto simbolo dell’infanzia e che mangio sempre con gioia e nostalgia: purè e polpette.

Altre interviste...
Oggi parliamo con… Raul Montanari

Incontriamo oggi Raul Montanari, uno degli scrittori più prolifici del panorama italiano. Maggiori informazioni sull’Autore sul suo sito www.raulmontanari.it Intervista a Raul Montanari a cura

Leggi Tutto »

Lascia un commento