Genere:
L’ultima notte della nostra vita – Adam Silvera
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…
71 W+NiyG+L

Trama

Il 5 settembre, poco dopo mezzanotte, il servizio Death-Cast contatta Mateo Torrez e Rufus Emeterio per dargli una cattiva notizia: moriranno nel corso della giornata. Mateo e Rufus non si conoscono ma, per diverse ragioni, entrambi cercano un amico per passare l’ultimo giorno della loro vita. Esiste un’app per questo: si chiama Last Friend ed è così che Rufus e Mateo si incontrano. Entrambi sanno che il tempo a loro disposizione è già segnato. Ma non hanno nulla da perdere e resta solo da vivere tutta una vita in un giorno. Questo romanzo ci ricorda che non esisterebbe la vita senza la morte, né l’amore senza il sentimento di perdita. E che è possibile cambiare tutto il nostro mondo in un solo giorno. Per chi ha bisogno di ricordare che ogni giorno è importante. Un’intensa storia d’amore definita dal destino fin dall’inizio.

Recensione a cura di Elio Freda

Che cosa faresti se scoprissi che oggi è l’ultimo giorno della tua vita?

Questa è la premessa da cui parte il romanzo di Adam Silvera L’ultima notte della nostra vita (“They both die at the end” titolo originale che non lascia molti margini di manovra). La storia segue l’ultimo giorno di vita di due ragazzi che, pur essendo in buona salute, ricevono una telefonata da parte dell’operatore di un servizio che permette di conoscere con ventiquattro ore di anticipo la data della propria dipartita. Due ragazzi che probabilmente si accorgono grazie a questa chiamata di aver sprecato molti momenti della loro esistenza e che nell’ultimo giorno a loro disposizione, decidono di rimettere a posto le cose.

Lo stile e il ritmo narrativo sono funzionali al tipo di trama narrata. L’autore ha scelto diversi punti di vista, diverse angolazioni per raccontare la storia, anche con dei brevi flash che spazzano il ritmo creando curiosità nel lettore e allo stesso tempo forniscono alcuni dettagli su personaggi minori. A mio parere questa tecnica è stata un po’ abusata nella stesura di questo romanzo, poiché spesso è stato difficile ripescare dove si è incontrato il personaggio cui è dedicata una paginetta. Ho avuto l’impressione di qualche forzatura a livello di trama per cercare di far quadrare il tutto, oltre ad alcune scelte che mi sono parse funzionali più al tentativo di emozionare il lettore che piuttosto alle vicende narrate. Alcuni eventi non hanno neanche il tempo di poter essere sviluppati e appaiono inseriti di punto in bianco, senza una adeguata preparazione. Personalmente ho trovato carente la parte descrittiva (ambientale) spesso si ha la sensazione di ragazzi che si muovano in un mondo surreale (e ci sta) di cui non abbiamo come lettori la minima informazione.

L’idea poi che in un giorno si possa rimediare alle mancanze di una vita, che si possa rimettere a posto tutto prima di affrontare un viaggio, non so quanto sia riuscita.

Dettagli

  • Editore ‏ : ‎ HotSpot (2 maggio 2019)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina rigida ‏ : ‎ 354 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8869664473
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8869664472
  • Genere: Narrativa
Dello Stesso Genere...
Narrativa
cpelagotti
Ogni creatura è un’isola

Recensione a cura di Corrado Pelagotti Ogni creatura è un’isola, è una storia di solitudini, di disequilibrio come solo i giovani sanno sentire, quando non

Leggi Tutto »

Lascia un commento