Genere:
L’aggiustatore di libri
Può un sogno cambiarti la vita? A volte pare proprio di sì. Dopo una notte agitata da un terribile incubo, il cinquantenne Diego Altisarte decide di lasciare il tranquillo lavoro di archivista in un ufficio pubblico e di mettere fine al suo fallimentare matrimonio per andare alla ricerca di una felicità alla quale per troppo tempo ha rinunciato. Lettore compulsivo e scrittore di racconti poco memorabili e romanzi incompiuti, converte quello che era solo un hobby in un lavoro e diventa così editor, correttore di bozze e ghostwriter freelance, anche se lui preferisce definirsi, più semplicemente, artigiano della parola e aggiustatore di libri. Il suo nuovo mondo è popolato da clienti bizzarri e umanissimi e da quattro donne: la bellissima ex moglie Mabel; la romantica Alice; l’affascinante amica Isabel e l’adorata figlia Martina. E, come stella polare della sua nuova vita, l’assoluta determinazione a inseguire le sue passioni e a non smettere mai di sognare.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Recensione a cura di Marika Mendolia

Sin dalle primissime pagine ci troveremo ad affiancare il bizzarro sognatore e protagonista principale dell’intera narrazione; Diego Altisarte,archivista che decide di lasciare la propria postazione lavorativa per seguire il suo immenso sogno di una vita, quello di divenire un abile editor. Un editor dal cuore d’oro.

Con la sua immensa pazienza e incisiva umanità,muta in un amato martire dei propri clienti.  Diego rappresenta perfettamente il tipico uomo soffocato dalla sua tediosa esistenza; intrappolato in un matrimonio infelice,ma

soprattutto un essere non pienamente realizzato dal punto di vista lavorativo. Insieme a egli  conosceremo un’ampia moltitudine di inquieti figuranti che andranno a intrecciarsi al nostro protagonista, dando vita ad una sorta di quadretto simbiotico quasi da seduta psicoterapeutica. Diego diviene la valvola di sfogo per ogni figura artistica che si rivolge a lui affidandogli  i propri disadorni manoscritti.

Conoscerà anche la fragile Alice; con la quale vivrà un’intensa,melliflua ma al contempo instabile relazione. Ma Isabel…il sogno inaspettato e proibito di sempre,nonché sua migliore amica,instancabile e talentuosa autrice le scombussolerà la tanto costernata esistenza; trascinandolo in un iniziale turbinoso vortice di pura spensieratezza. 

Ho adorato la tangibile schiettezza con cui l’autore raffigura l’universo editoriale italiano…

Un microcosmo parecchio debilitante e molto  competitivo… dove nonostante si possieda un manifestoso talento accompagnato da una florida capacità espositiva,non significa che si possa avere strada spianata dinanzi a se; anzi

come per l’appunto enfatizza l’ autore, il dono della scrittura va assaporato reconditamente facendone tesoro e sorvolando sulle varie aspettative in cui ogni artista potrebbe incorrere. Perché prima di tutto bisogna rinnovarsi di continuo e soprattutto prepararsi saggiamente ad ogni forma di giudizio negativo o positivo che sia.

Quest’opera mi ha trasmesso una moderna e sensazionale concezione della scrittura; fornendomi un binomio nozionale da analizzare scrupolosamente.

Una lettura fortemente indirizzata agli appassionati del genere narrativo.

Dello Stesso Genere...
Narrativa
epioltelli
Novemila giorni e una sola notte

Recensione a cura di Stefania Tani Romanzo d’esordio della Brockmole. Forse pochi lettori amano il genere: un romanzo epistolare, una voce diretta che non essendo

Leggi Tutto »
Thriller
Regina Cesta
Il Maestro dei sogni

Marco De Franchi ritorna dopo “ La condanna dei viventi” con questo nuovo, oscuro e travolgente thriller. Ritroviamo Valentina, Loris, Gabriele e Fabio e li

Leggi Tutto »

Lascia un commento