Genere:
La voce segreta dei ricordi – Alessia Coppola
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Trama

Ervea voleva diventare una violinista, ma dopo aver perso il fratello, anche lui musicista, ha abbandonato gli studi e ora vuole solo voltare pagina. Per questo accetta l’invito di una cugina e lascia Lecce, la sua città, per trasferirsi a Milano. Potrebbe essere un modo per cominciare una nuova vita e dimenticare finalmente un passato doloroso. La musica però non si lascia dimenticare. E infatti Ervea trova un impiego in un negozio di strumenti musicali. Il suo compito è quello di prendersi cura dei vinili nel retrobottega. Curiosando tra quei dischi, molti dei quali piuttosto datati, ne trova uno spezzato a metà. Qualcosa la spinge a chiedersi se si sia rotto per caso o se invece qualcuno lo abbia fatto intenzionalmente. Intanto la ragazza comincia ad apprezzare la sua nuova quotidianità. Il proprietario è un uomo gentile e Andrea, suo figlio, riesce persino a farle battere timidamente il cuore. Ma sarà l’amicizia con Margareth, un’anziana signora che fa spesso visita al negozio, a dare una vera e propria scossa alla sua vita: perché Margareth nasconde un segreto. E quel segreto riguarda qualcuno a cui Ervea tiene molto…

Recensione a cura di Marika Campeti

Avevo già letto della stessa autrice “La ragazza del faro” apprezzando la prosa di Alessia Coppola, il suo modo di raccontare sentimenti e luoghi con parole che sfiorano la poesia e l’incanto. La Coppola è davvero una grande narratrice, capace di farci sognare rievocando atmosfere magiche, passioni romantiche e incentrando le sue storie su valori molto forti: amore, amicizia, legami di sangue.

Ervea ci appare inizialmente come una ragazza fragile che nasconde nel suo cuore un grande dolore. Emerge nella prima parte del libro il suo rapporto squisito con la nonna, questa figura dolce che guida la sua vita e i suoi sentimenti come un porto sicuro dove approdare. Dal suo allontanamento da Lecce, per arrivare a Milano, scopriamo un nuovo sentimento nell’animo della protagonista, quello della nostalgia per la sua terra, i suoi colori, il suo mare e i suoi sapori. Nostalgia che ho voluto pensare fosse la stessa dell’autrice, pugliese trapiantata nella capitale. Un bellissimo inno alle origini. Man mano che la vicenda si dispiega sotto i nostri occhi di lettori, si evince che la fragilità di Ervea cela in realtà una grande forza interiore, che la ragazza dimostra nel rapporto che ha con sua cugina e nel coraggio di affrontare un nuovo lavoro in un ambiente che però le fa male perché risveglia ricordi dolorosi, quello legato alla musica. Forza che si consoliderà nell’amicizia con Margareth, una donna anziana che vive sopra il negozio di musica dove Ervea ha trovato lavoro, e che si dimostrerà custode di un segreto che sarà svelato proprio dalla ragazza.

Una storia che fa bene al cuore, dolce, romantica ma non stucchevole, che entra nella nostra testa in punta di piedi  e a ritmo di musica, lasciando una piacevole sensazione di poesia nel cuore.

Dettagli

  • Genere: Narrativa contemporanea
  • Copertina flessibile: 288 pagine
  • Editore: Newton Compton Editori (27 agosto 2020)
  • Collana:
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10 : 8822739450
  • ISBN-13: 978-8822739452
Dello Stesso Genere...
Narrativa
rcastelli
Gioia mia

Con questo romanzo, Tea Ranno conferma la sua bravura e ci regala ancora una volta la magia che pervade la sua penna. Da siciliana, non

Leggi Tutto »
Narrativa
gpierno
Accabadora

Una perdita recente che pesa e peserà a lungo nei nostri cuori quella di Michela Murgia che ha lottato con grinta contro il male che

Leggi Tutto »

Lascia un commento