Genere:
Intrigo a Ischia – Piera Carlomagno
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

81QWD5JOlrL

Trama

Mina Scotto De Falco, matriarca di una dinastia di costruttori e proprietaria del lussuoso Hotel Makadi a Ischia, viene trovata morta in piscina in una notte di inizio estate. I sospettati? Quasi tutti i familiari che risiedono nello stesso albergo: i cognati avidi, le cognate pettegole, una nipote troppo affascinante, il secondo marito giovane e sciupafemmine… Passano solo poche ore e nei Quartieri Spagnoli di Napoli, viene uccisa Patrizia, il più bel femminiello della casa da gioco e di piacere della signora Candida. Due mondi lontanissimi, due casi diversi. Oppure no? Indaga Annaluce Savino, spregiudicata cronista locale avvezza alle luci e alle ombre del bel mondo ischitano. Indaga il commissario Baricco, affascinante torinese trapiantato tra le insidie della malavita napoletana. E inaspettatamente le loro ricerche si intrecciano e si rincorrono, facendo scintille… Un giallo che è una festa dei sensi: la luce dell’estate del Sud, il respiro cupo della «città sotto la città», i profumi e le voci del mondo inquieto delle donne. Perché la Napoli di Piera Carlomagno è femmina, tra signore dell’alta società, ragazze perdute, madri e sorelle di camorra e seduttrici che non hanno paura di rischiare. Femmina e irresistibile. Femmina e affamata. Femmina e vendicativa. E non concede quiete né certezze, fino allo sconcertante finale.

Voce di Roberto Roganti

[bandcamp width=100% height=120 track=2899445924 size=large bgcol=ffffff linkcol=0687f5 tracklist=false artwork=small]

Recensione a cura di Adriana Rezzonico

Antonio Scotto che da ragazzino odiava i vicoli dove viveva – ma ammirava i ponteggi e i cantieri – già dall’infanzia iniziò ben presto la sua carriera. Durante i bombardamenti che distrussero Napoli, si infilò tra le imprecazioni della gente e costruì il suo primo palazzo.

Con i fratelli, Aldo e Mario, poco dopo, nel 1953 fece sorgere La Antonio Scotto De Falco snc e in seguito, innamoratosi di Ischia, costruì l’albergo più prestigioso dell’isola. Così, con l’aria pregna di odore di salsedine e di polipo che sobbolle, inizia il famoso impero di famiglia.

Con una scrittura lineare, passionale, ricca di suoni, l’autrice Piera Carlomagno descrive questo giallo come una splendida donna che ancheggia sinuosamente tra gli alberghi più rinomati dell’isola e una Napoli pregna di umanità.

Un dipinto solare, un affresco di rara bellezza che viene turbato dall’imminente tragedia. Sul bordo piscina del prestigioso Hotel Makadi una scarpa nera elegante e al centro si rinviene una sagoma scura: zia Mina è stata strappata alla vita.

Nasce uno splendido intreccio tra i ricordi di famiglia, la trama assume le sembianze di una donna procace che si veste con abiti eleganti pronta ad intrigare, che ammalia come solo le donne partenopee sono abili a distogliere i pensieri. Le Vele di Scampia, gli abiti strappati indossati dagli abitanti nei quartieri più degradati, i balconi decadenti, i tetti di lamiera, stridono con il tenore di Ischia… Sono donne anche quelle che gridano, seppur eroine del male (cita l’autrice), scialbe senza trucco ma determinate, feroci belve scatenate nella giungla dei vicoli di Napoli.

Una trama satura di femminilità, le parole sono melodie come quelle serenate eseguite da un mandolino. L’isola lussuosa per eccellenza diventa come “Spaccanapoli”: divide, separa i due mondi agli antipodi…

È donna anche Patrizia, un tempo Nino con le lunghe ciglia e ampi foulard, anzi “Femminiella” ma pur sempre un personaggio vivo, quasi teatrale.

Eppure questa donna intrigante, fasciata in gonne di seta, sussurra nelle orecchie e il racconto si increspa come le onde del mare. Due mondi così diversi, cosa li accomuna? Forse l’azzurro del cielo che si staglia nei vecchi quartieri, il colore del mare sull’isola, o il rosso delle viscere di questa terra?

Toccherà al Commissario Ernesto Baricco scoprirlo e far luce su questo intrigo.

Una lettura che vi consiglio, un vero antidoto contro il rigido inverno

Dettagli

  • Genere: Giallo
  • Copertina rigida: 197 pagine
  • Editore: Centauria (6 aprile 2017)
  • Collana: I falchi
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8869212130
  • ISBN-13: 978-8869212130
Dello Stesso Genere...
Giallo
lfredella
Lei era nessuno

  Recensione a cura di Luciana Fredella Sin dalle prime battute ci si può illudere di essere entrati in una storia rosa ma… c’è un

Leggi Tutto »

Lascia un commento