Genere:
Il sentiero del diavolo – Eugenia Rico
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

9788869936333_0_0_600_75.jpg

Trama

In cerca di risposte, una scrittrice decide di tornare alla casa della sua infanzia, nelle Asturie, dove si mantengono ancora intatti i culti atavici della natura, simboleggiati dalla figura di Ana dei Lupi, sacerdotessa-strega del XVII secolo. La ricerca porterà la scrittrice a incrociare anche la figura di Alonso de Salazar, l’uomo che per primo riuscì a fermare la caccia alle streghe. In un affascinante viaggio spazio-temporale tra i luoghi e le culture dell’epoca, impariamo a conoscere Ana la quale, appena tredicenne e stanca degli abusi subiti dallo zio, intraprende un cammino di riscatto di sé, attraverso comportamenti stravaganti che la condurranno a parlare con i lupi e a imparare l’uso medicinale delle erbe, diventando a poco a poco potente e temuta come una strega nelle comunità tra le foreste del nord della Spagna. Nel frattempo, l’inquisitore Alonso de Salazar viene inviato in quei luoghi, dove si ritiene sia concentrata la pratica della stregoneria. Una volta giunto lì, si rende conto però della follia e della barbarie che sono all’origine della persecuzione di migliaia di donne e uomini innocenti. Scriverà un libro che diventerà uno dei testi più letti della storia e che riuscirà a fermare quell’orrore prima in Spagna e poi nel resto d’Europa. A partire da questi due personaggi, avvolti nella leggenda e oggi purtroppo caduti nell’oblio, Eugenia Rico intesse un romanzo fatto di miti, rituali e credenze antiche che ancora oggi condizionano la nostra società.

Voce di Roberto Roganti

[bandcamp width=100% height=120 track=478863872 size=large bgcol=ffffff linkcol=0687f5 tracklist=false artwork=small]

Recensione a cura di Adriana Rezzonico

“In principio tutto era nuovo.

Niente aveva un nome e un cuore batteva nascosto in ogni pietra, in ogni nube e le montagne avevano occhi che non smettevano di osservarla”.

Un mantello nero, la chioma lunga che fluttua al vento sono il preludio, l’ingresso verso questo nuovo romanzo storico.

Socchiudo gli occhi e mi faccio trasportare, non conosco la meta ma intraprendo un sentiero. L’autrice di origine spagnola ritorna nella casa della sua infanzia e con maggior consapevolezza, ma determinata nella sua ricerca: ha necessità di ritrovare un amuleto e un libro.

Riaffiorano i ricordi, i dialoghi con la nonna nella vecchia casa e “il sentiero del diavolo”.

E’ toccante l’incontro di Ana. La tredicienne incinta, violata da chi avrebbe dovuto proteggerla. Eppure quella fragile creatura diventerà la perfetta apprendista di una strega e imparerà l’arte delle pozioni e dei sortilegi. Amante dell’oscurità verrà rispettata e temuta, perlomeno confinata nei suoi territori.

L’autrice si addentra in una Spagna insolita.Dalle Asturie ci accompagna in un viaggio verso il sud ma anche nel periodo dell’inquisizione e tratteggia i patiboli destinati alle donne che osavano. La mia mente mi suggerisce il moderno accostamento con l’ipocrisia, un vero patibolo per chi non è conforme al pensiero altrui. Più semplicemente rifletto sulle numerose donne che vengono spinte al suicidio, abusate e perseguitate anche all’interno della famiglia. Non fatico a viaggiare in questa nuova trama, cerco di inglobare nozioni storiche e non mi è semplice contenere alcune riflessioni. L’avvicinarsi della ricorrenza dell’8 Marzo acuisce i miei pensieri, li esaspera e li rende ancora più tangibili.

Forse perché come cita l’autrice in ogni donna giace una strega.

“Di tutte le strade che ho percorso le più pericolose erano fatte di parole” cita l’autrice.Una voce nuova che ci consegna un romanzo affascinante e che suggella un patto speciale con ogni donna

 

Dettagli

  • Copertina flessibile:149 pagine
  • Editore:Elliot (30 agosto 2018)
  • Collana:Scatti
  • Lingua:Italiano
  • ISBN-10:8869936333
  • ISBN-13:978-8869936333

 

Dello Stesso Genere...
il maestro di auschwitz
Storico
arinaldi
Il maestro di Auschwitz

“Siamo stati noi a proclamare il comandamento non uccidere e siamo stati il popolo più assassinato sulla Terra”: questa terribile frase racconta la rassegnazione degli

Leggi Tutto »
Noir
rcolombo
Lo stilista

Recensione a cura di Rita Colombo La violenza domestica, il disturbo mentale, il femminicidio sono gli attualissimi temi che fanno da sfondo all’ultimo romanzo di

Leggi Tutto »

Lascia un commento