Genere:
I libri di Luca – Mikkel Birkegaard
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

image bookTrama : Nel cuore di Copenaghen c’è una libreria antiquaria con un curioso nome italiano: “I libri di Luca”. Quando Luca Campelli, il proprietario, muore di morte improvvisa e violenta, il negozio passa al figlio Jon, un promettente avvocato che da anni non aveva più contatti col padre. Nello scantinato della libreria, dopo il funerale, Jon apprende dal vecchio commesso Iversen un segreto: Luca era stato a capo di una Società Bibliofila e dei cosiddetti Lectores, persone dotate del potere di influenzare gli altri mediante la lettura. Un giorno il negozio subisce un attentato incendiario: la morte di Luca è forse legata alla lotta di potere all’interno della Società Bibliofila? C’è un traditore fra i Lectores? O qualcuno desideroso di acquisire i loro eccezionali poteri? A Jon il compito di venire a capo del mistero…

Recensione : Quando ho finalmente chiuso questo libro, cercavo disperatamente qualcuno a cui affibbiare la colpa.. Già infatti con qualcuno me la dovevo prendere assolutamente. Poi con calma ho riflettuto e ho capito che era inutile andare a rileggere questa o quella recensione, questo o quel commento (tra l’altro il commento riportato in quarta coperta dal sole 24 ore fa rabbrividire) la colpa era solo la mia. Primo perchè avevo già letto l’illeggibile “i delitti di uno scrittore imperfetto” ed era un chiaro monito ad evitare questo autore. Poi però, vuoi lo sconto, vuoi l’edizione economica ho deciso di dargli un’altra chance e mi sono letto “I libri di luca”. Due stelle, solo perchè lo stile narrativo non è male ma basta così. Non è un thriller, non è un romanzo di fantasia, ma un miscuglio tra i due che non rende giustizia a nessuna delle due categorie di lettori. Ci si prova a capire la filosofia del trasmettitore, del recettore ma alla fine si rimane con un pugno di mosche in mano. Come dissi all’epoca dello “scrittore imperfetto” diciamo che io non l’ho capito e stavolta l’autore danese con me ha chiuso. Diciamo che non c’era un recettore che mi potesse salvare nell’arco di chilometri. Concludiamo dicendo che si può evitare, non è un crimine.

Votazione : 2/5

Dettagli :

  • Brossura: 436 pagine
  • Editore: TEA (11 marzo 2010)
  • Collana: Teadue
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8850221193
  • ISBN-13: 978-8850221196
Dello Stesso Genere...
Un giorno solo – Felicia Yap

Trama Una cittadina addormentata nei pressi di Cambridge, immersa nell’umido clima inglese. Qui, nella sua bella casa, Claire Evans si sveglia e, come ogni mattina,

Leggi Tutto »
Thriller
arezzonico
Il Cainita

Recensione a cura di Adriana Rezzonico “Signore misericordioso Ti prego Spalanca loro gli occhi E se proprio non puoi Allora chiudiglieli…” “Bang!” Inizia così ogni

Leggi Tutto »
Thriller
vrao
La chimica dell’odio

Odio e chimica,elementi che vengono menzionati già a partire dal titolo, saranno centrali nella narrazione. Assocerei la chimica ad un personaggio che si fa spazio

Leggi Tutto »

Lascia un commento