Genere:
Dress code rosso sangue
Cecilia Carboni ha venticinque anni e per buona parte della vita si è ritrovata a seguire, suo malgrado, i diktat imposti dal padre Alberto, uno dei più quotati avvocati milanesi. Proprio per volere suo, si è laureata in Giurisprudenza e ha iniziato il praticantato nello studio legale di famiglia. Il suo futuro sembra già delineato, quando un giorno le viene rivolta una proposta allettante: lavorare nel prestigioso showroom di Franco Sartori, uno degli stilisti più celebri al mondo. Lei, da sempre appassionata di moda, per una volta non ha esitazioni, e sceglie di darsi finalmente la possibilità di decidere da sola della propria vita, senza tener conto del parere degli altri, compreso quello del fidanzato Andrea, avvocato a sua volta e collaboratore di Alberto. La scelta si rivela azzeccata: Cecilia è brava, chiude contratti importanti, tanto che brucia le tappe, fino ad assumere un ruolo di rilievo alla Maison Sartori, nonostante Georgette Lazare, direttrice dello showroom, le remi contro. Ma il destino ha in serbo per lei amare sorprese. Franco Sartori viene trovato assassinato in un cascinale in rovina. È chiuso in una custodia di seta dei suoi abiti da sera, ha una croce rovesciata incisa sul petto e, circostanza ancora più sconvolgente, il suo corpo è collocato dietro una sorta di altare allestito con gli inconfondibili elementi di una messa nera. Per Cecilia è l’inizio di una caduta verticale agli inferi. Sono le convulse settimane delle vendite primaverili, e lo showroom si popola non solo di clienti, ma anche di poliziotti, misteri, segreti insospettabili e purtroppo anche di nuove vittime, ancora in contesti inquietanti. Chi c’è dietro gli omicidi? E se fosse proprio Cecilia la prossima nella lista? L’abisso è pronto a inghiottirla, svelando verità che mai avrebbe immaginato. Con il suo nuovo thriller, Marina Di Guardo questa volta ci porta tra le mille luci (e ombre) del jet set milanese, dentro ai locali più esclusivi e ambigui della città della moda e giù in fondo al cuore, a volte nerissimo, dei suoi protagonisti.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Il nuovo lavoro dell’autrice ci porta nel magico mondo della moda, popolato da splendide modelle e abiti da sogno. Grazie alla sua personale esperienza diretta, la Di Guardo è stata vicedirettrice dello showroom di Blumarine, riesce a centrare il bersaglio creando un thriller serrato costellato da personaggi veri e credibili.

La protagonista è Cecilia Carboni, venticinquenne, laureata in giurisprudenza, che pur di realizzare il suo sogno di lavorare presso la casa di moda Sartori, crea un fossato invalicabile col padre, che ha per lei altri piani. Cecilia volta le spalle alla carriera di avvocato nell’affermato studio legale del padre, dove peraltro lavora il fidanzato Andrea. Il ragazzo sarà praticamente il ramo d’ulivo che lega Cecilia al padre. La madre della ragazza è un personaggio ai margini, assente come figura di riferimento genitoriale, dedica le sue giornate ad organizzare eventi mondani e benefici. Il rapporto conflittuale con la famiglia è un tema sviscerato molto bene nel libro, l’autrice pone molta enfasi sulla descrizione delle ostilità e sulla incomunicabilità tra genitori e figli, tema decisamente attuale.

Cecilia, ama moltissimo il suo lavoro, ed è brava. La casa di moda è gestita da Franco Sartori, omosessuale, dal talento indiscusso per la creazione di abiti di moda, che tiene Cecilia in grande considerazione, in quanto la ragazza ha un talento speciale nell’acquisire clienti, facendoli firmare contratti con cifre importanti.

Per Cecilia non è tutto facile e semplice. Il mondo patinato e luccicante scricchiola guardandolo più da vicino. La ragazza si trova il passo sbarrato da Georgette Lazare, la direttrice dello showroom, gelosa della rapida ascesa di Cecilia. Quando poi Franco manca alla sfilata per presentare i nuovi modelli alla stampa, tutto l’amato mondo della protagonista comincia a frantumarsi. Il corpo di Franco Sartori viene ritrovato in una sacca di seta, con una croce rovesciata scavata sul petto e diverse coltellate sul corpo. Un vero orrore, che segnerà l’inizio di una serie di omicidi che paiono legati al mondo del satanismo. Ma è davvero così o c’è altro?

 Cecilia comincia un’indagine parallela a quella dell’ispettore capo Rapisarda Remo, con l’amico d’infanzia Fabio, stylist per una rivista di moda. Questa ricerca della verità la porta in  contrasto con il fidanzato Andrea, che detesta Fabio ed è profondamente geloso del rapporto di fiducia e complicità che lega i due ragazzi, anche se Fabio è omosessuale.

Il rapporto perfetto e invidiato dalle modelle con il fidanzato Andrea si complica. Cecilia si sente controllata dal ragazzo e oscilla tra il desiderio di compiacerlo e quello di essere indipendente nelle sue scelte. Anche in questo caso la dinamica dei legami tra questi tre protagonisti è molto interessante ed è ben caratterizzata dall’autrice.

Nel cuore di Cecilia si fa strada un’attrazione per l’ispettore Rapisardi, uomo affascinante che riscuote successo anche tra le modelle, i suoi atteggiamenti verso entrambi gli uomini si complicano, anche perché la scia di omicidi non si placa e la ragazza è in pericolo. “Tutto il marcio deve ancora venire a galla” sono queste le parole di Georgette che risuonano nella mente di Cecilia. Le indagini si rivolgono al mondo del satanismo, alle feste private dove accade di tutto, ed emerge una realtà che la protagonista ignorava totalmente, scoprirà a sue spese segreti inconfessabili, a cui si è disposti a tutto, anche uccidere, pur di mantenerli tali.

Il thriller si legge bene e si arriva alla fine della storia senza problemi, l’autrice però ci  lascia un finale aperto  non concludendo totalmente alcuni aspetti.

Dello Stesso Genere...
Thriller
mmendolia
Qualcosa di personale

Il protagonista animatore principale della vicenda è Alex Cross, ispettore afroamericano della Polizia del distretto di Washington. Un uomo dalle svariate sfaccettature e dalle mille

Leggi Tutto »
Thriller
felix77
Il cacciatore di anime

Tensione alle stelle nel nuovo romanzo di Romano De Marco, Il cacciatore di anime. Il libro inizia con un prologo molto spigoloso e davvero cruento,

Leggi Tutto »

Lascia un commento