Genere:
7-7-2007 – Antonio Manzini
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Trama

“Lo sai cosa lasciamo di noi? Una matassa ingarbugliata di capelli bianchi da spazzare via da un appartamento vuoto”. Rocco Schiavone è il solito scorbutico, maleducato, sgualcito sbirro che abbiamo conosciuto nei precedenti romanzi che raccontano le sue indagini. Ma in questo è anche, a modo suo, felice. E infatti qui siamo alcuni anni prima, quando la moglie Marina non è ancora diventata il fantasma del rimorso di Rocco: è viva, impegnata nel lavoro e con gli amici, e capace di coinvolgerlo in tutti gli aspetti dell’esistenza. Prima di cadere uccisa. E qui siamo quando tutto è cominciato. Nel luglio del 2007 Roma è flagellata da acquazzoni tropicali e proprio nei giorni in cui Marina se ne è andata di casa perché ha scoperto i “conti sporchi” di Rocco, al vicequestore capita un caso di bravi ragazzi. Giovanni Ferri, figlio ventenne di un giornalista, ottimo studente di giurisprudenza, è trovato in una cava di marmo, pestato e poi accoltellato. Schiavone comincia a indagare nella vita ordinata e ordinaria dell’assassinato. Giorni dopo il corpo senza vita di un amico di Giovanni è scoperto, in una coincidenza raccapricciante, per strada. Matteo Livolsi, questo il suo nome, è stato finito anche lui in modo violento ma stavolta una strana circostanza consente di agganciarci una pista: non c’è sangue sul cadavere. Adesso, l’animale da fiuto che c’è dentro Rocco Schiavone può mettersi, con la spregiudicatezza e la sete di giustizia di sempre, sulle tracce “del figlio di puttana”…

Recensione a cura di Marianna Fedeli

Rocco Schiavone ci rivela un po’ più di se e dei suoi perché. Ci fa entrare nella sua vita, nel suo cuore apparentemente cinico, nella sua anima apparentemente selvaggia e ribelle.
Rocco è costretto dagli eventi a rivivere quel passato che tanto gli fa male, a ripercorrere quegli eterni attimi che hanno trasformato il suo vivere , ed inoltre è costretto a farlo da quella “giustizia” che lo ha trapiantato ad Aosta con l’infamia della punizione. Tra il vecchio e il nuovo Rocco c’è un turbinio di emozioni che raggiungono il climax con il cambio perpetuo del suo umore. Il vecchio e il nuovo Rocco possono entrambi contare su quegli amici che mai l’hanno abbandonato e che saranno anche qui pronti a dividere e condividere con lui quanto lui si sente pronto a cedere.

Dettagli

 

  • Copertina flessibile: 369 pagine
  • Editore: Sellerio Editore Palermo (7 luglio 2016)
  • Collana: La memoria
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8838935408
  • ISBN-13: 978-8838935404

 

 

Dello Stesso Genere...
Giallo
felix77
Sotto le stelle di Genova

L’autore genovese Marco Di Tillo si ripresenta ai lettori con un nuovo romanzo giallo dal titolo Sotto le stelle di Genova che vede ancora una

Leggi Tutto »

Lascia un commento