Genere:
Il padre imperfetto
Mario Pedersoli è un pensionato a cui, quasi un anno prima, hanno assassinato il figlio trentenne. La sua vita è tormentata dal dolore per la perdita, dall’esaurimento nervoso di sua moglie Amelia e dal rammarico per le insufficienti indagini svolte dalla polizia di Torino che ha liquidato il caso come un furto finito male. Un giorno però, mentre si occupa di svuotare la vecchia cameretta, sporadicamente utilizzata dal ragazzo scomparso, Mario trova un oggetto che non avrebbe mai immaginato suo figlio potesse possedere. Questa scoperta, insieme al fortuito incontro con una vecchia conoscenza dei tempi delle scuole medie, riaprirà in lui la speranza di scoprire qualcosa in più sulla morte del figlio spingendolo non solo a indagare ma anche a dare una svolta diversa alla propria esistenza.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Ogni morte rappresenta qualcosa di tremendo e doloroso come la perdita di un figlio che hai visto nascere e crescere e può segnare per sempre il destino di una famiglia. Niente è più come sembra perché si perde completamente la percezione della realtà.

Ed è proprio quel che è capitato ai protagonisti di questa storia, la famiglia Pedersoli che ha visto il loro figlio Andrea di professione magazziniere morire assassinato. Suo padre Mario non si vuole rassegnare a distanza di un anno e sua moglie Amalia dopo un forte esaurimento nervoso vive in un completo stato di assenza e abbandono. Gli scarsi risultati prodotti dalla Polizia di Torino hanno fatto sì che il caso venisse archiviato come delitto per un furto di un motorino con colpevoli spariti nel nulla.

Ma cosa si nasconde dietro a quel furto finito male, ma soprattutto alla morte di Andrea?

Una camera usata di rado dal ragazzo porta a un’inaspettata scoperta, sarà proprio il rinvenimento di un oggetto a gettare più di un mistero sulla morte di Andrea e ombre sulla sua vita.

Chi era in realtà Andrea Pedersoli? Perché è stato brutalmente assassinato? Chi sono i suoi aguzzini che si sono macchiati di un orribile crimine ai danni del povero giovane?

Mario Pedersoli pensionato è spinto dal desiderio di vendicarsi e di trasformarsi in quel padre giustiziere della pellicola di Mario Monicelli del 1977 Un borghese piccolo piccolo con protagonista un insolito Alberto Sordi che decide di farsi giustizia da solo dando la caccia all’assassino del povero figlio ucciso e interpretato da Vincenzo Crocitti.

Un film forte e crudo per l’efferatezza di alcune scene che varranno al regista Monicelli il David Di Donatello per la migliore regia e Alberto Sordi per la migliore interpretazione e due David Speciali assegnati rispettivamente a Vincenzo Crocitti e Shelley Winters.

Ma Mario Pedersoli è ancora in tempo per non arrivare a compiere azioni che lo porterebbe a indossare le vesti di un vendicatore e incontra Riccardo Martini, una vecchia conoscenza delle scuole medie, in lui vedrà una flebile speranza tale da riaprire il caso e dare un volto ai colpevoli della morte di Andrea.

Se proprio la scomparsa del figlio ha decretato per Mario e sua moglie Amalia l’inizio della fine, l’indagine privata condotta in collaborazione col suo amico di vecchia data Riccardo, darà una svolta importante e alquanto significativa alle loro esistenze.

Mentre i due uomini si mettono sulle tracce dei colpevoli, ricostruendo gli ultimi istanti di vita del povero Andrea e cacciandosi al tempo stesso nei guai, la moglie Amalia avrà la compagnia del cane di Riccardo Diana, il cui affetto la porteranno a ritrovare leggermente il sorriso perduto.

Con il romanzo Il padre imperfetto edito Oakmond Publishing, Il piemontese Antonio Falco serve ai lettori un giallo intimista e al tempo stesso una storia forte e potente che scava solchi quasi indelebili nell’animo umano. Il protagonista vive un senso di angoscia e smarrimento, eppure non si vuole abbattere e la ricerca della verità gli restituirà solo parzialmente quel che ha perso in maniera definitiva, suo figlio.

Ritrovare l’amico Riccardo, significherà per Mario smettere di continuare con insistenza ad elaborare un lutto e cercare di dare sostanza alla sua vita, affinché trionfi la giustizia e proprio Andrea possa riposare in pace.

L’indagine porterà Mario a scoprire il lato oscuro di Andrea, servirà all’uomo per mettersi in discussione, interrogarsi, fino ad arrivare al punto di sentirsi un padre inadeguato e imperfetto, di aver perso di vista la vita di suo figlio che si andava a scontrare con qualcosa di pericoloso e più grande di lui.

Un romanzo capace di offrire molteplici chiavi di lettura che, a prescindere dalla trama gialla, ci richiama a delle riflessioni.

Dall’oggetto trovato in casa alla conoscenza di sconcertanti verità fuori dall’immaginazione del nostro protagonista, a quel punto vien da chiedersi se Mario saprà, nonostante mille vicissitudini e scoperte amare sulla vita del figlio, rendere il suo perdono?

Infine una domanda sorge spontanea, dalla fase adolescenziale in poi fino a che punto un genitore può  veramente conoscere bene suo figlio per arrivare a scoprire come nel caso di questo romanzo qualcosa di totalmente inaspettato?

L’autore ha saputo amalgamare una trama ben congegnata che si avvale di due elementi imprescindibili: il dramma famigliare e il mistero che solo un esperto giallista sa offrire.

Quando Antonio Falco esordì nel 2017 con il cane che avrebbe dovuto chiamarsi Fido aveva già fatto intravedere le sue doti di abile narratore, nel corso degli anni, queste peculiarità si sono andate sempre più perfezionando e questo piccolo gioiello targato Oakmond Publishing ne è una chiara dimostrazione.

Dello Stesso Genere...
Giallo
felix77
Trittico di morte

Trittico di morte è il nuovo giallo dell’autore spezzino Corrado Pelagotti uscito per Leone editore. Ritrovo con grande piacere ed entusiasmo un autore che fa

Leggi Tutto »
Noir
felix77
Il liceo

Recensione a cura di Dario Brunetti Il Modigliani è un liceo privato dove regna il decoro e il prestigio, sembra rappresentare l’eccellenza della scuola moderna,

Leggi Tutto »
Giallo
mbaldi
Il tempo degli sbirri

Maurizio Lorenzi è un poliziotto che si occupa di rimpatri. É al suo quinto libro. Questa volta partendo da due fatti di cronaca veri, ci

Leggi Tutto »

Lascia un commento