Oggi Parliamo Con...

Claudia Mazzullo

Alessandro Noseda intervista oggi Claudia Mazzullo. Conosciamola meglio attraverso l’intervista rilasciata a gialloecucina!

 

Ti va di raccontarci perché leggi e scrivi?

Leggo da sempre romanzi di ogni genere, con preferenza per thriller, gialli e fantasy in ogni sua sfaccettatura. Scrivo perchè mi diverte, mi aiuta a staccare la spina e a liberare la fantasia.

I tuoi romanzi, come nasce l’idea? Dove scrivi? Hai un “luogo del cuore” dove trovi ispirazione? Carta e penna o direttamente p.c.? Preferisci il silenzio o ami musica di sottofondo?

Di solito nasce dal nulla, magari vedo qualche strana situazione in giro e prendo spunto da lì, altre volte prendo ispirazione dai sogni. Scrivo sempre a casa, perlopiù di mattina, e rigorosamente a penna, con musica in sottofondo.

“Polvere di Yndaco ” è la tua ultima fatica. Dove hai trovato spunto? Quanto prendi in prestito alla realtà e quanto è frutto della tua fervida fantasia?

Nel caso specifico ho preso spunto da un sogno, nel quale era delineato già il fulcro del romanzo. Il resto è solo fantasia, invento mentre scrivo, non seguo una scaletta e se ho l’incipit adatto vado avanti a oltranza.

 Come delinei i personaggi? Quali sono state le maggiori difficoltà nella stesura del romanzo? E del rapporto con Editor ed Editore cosa puoi dirci? Hai altri progetti in fieri?

I personaggi sono l’unica cosa che non improvviso, cerco di delineare nei particolari soprattutto l’aspetto caratteriale per renderli il più realistici possibile. L’aspetto fisico lo invento, magari prendendo spunto da un film, o da una rivista. Il rapporto con la casa editrice (Lettere Animate Editore) è ottimo, sono sempre tutti gentili, disponibili e molto professionali. Ora sto scrivendo il secondo capitolo dell’antologia e un romanzo di tutt’altro genere, lontanissimo dal paranormal romance.

E se ti proponessero una sceneggiatura per un film? saresti d’accordo o ritieni che i tuoi romanzi soffrirebbero nella trasposizione cinematografica?

Direi che sarei senz’altro d’accordo 🙂

Descriviti come lettrice. Quali libri compri? Hai un genere preferito o spazi a seconda del momento, dello stato d’animo?

Io leggo molto e i generi che preferisco sono thriller, giallo, urban fantasy, paranormal romance e horror. E’ anche vero che leggo comunque un po’ di tutto, sono una persona molto curiosa!

 Se devi regalarlo un libro come scegli?

Cerco di scegliere in base ai gusti della persona alla quale lo devo regalare. A volte ho regalato anche libri che a me erano piaciuti molto, sperando in una reazione analoga alla mia.

 Un consiglio ad un esordiente che ha la sua storia nel cassetto e non ha trovato ancora nessun editore interessato a pubblicarla?

Beh, se non avessi trovato neanche una casa editrice disponibile a pubblicarmi sarei ricorsa al self publishing.

 Grazie del tempo che hai voluto dedicarci. Prima di salutarci ti chiediamo, come consuetudine di Giallo e Cucina, di lasciarci con una ricetta e/o una citazione!

Grazie a voi!

Vi lascio con una citazione di Einstein:   “La fantasia è più importante della conoscenza”

Altre interviste...
anoseda
Doriana e Mirco Levorin

Incontriamo a Casalserugo (Padova) Doriana e Mirco, autori de “La mia vita in due tempi”, recentemente recensito per Giallo e Cucina. Conosciamoli meglio nell’intervita rilasciata ad

Leggi Tutto »
sghelfitani
Lorenza Bernardi

Buongiorno Lori, grazie per averci concesso un po’ del tuo tempo! Hai voglia di raccontare ai nostri lettori chi sei? Come “incastri” la tua vita?

Leggi Tutto »
locchi
Massimo Fagnoni

Intervista a cura di Luca Occhi Ciao Massimo, ti presenti con una breve biografia agli amici di Giallo e Cucina che ancora non ti conoscono?

Leggi Tutto »

Lascia un commento