Ti consiglio un film (tra un libro e l’altro) – The Normal Heart

Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp

81HR2g3QhkL. SL1432

 

Recensione del film The normal heart di Ryan Murphy

a cura di Stefania Ghelfi Tani

 

Questo film del 2014 è basato sull’omonima opera teatrale del 1985 di Larry Kramer che ha lavorato alla sceneggiatura.

Una pellicola drammatica ed emozionante che ci racconta l’avvento dell’AIDS. Un racconto che sarebbe dovuto uscire negli anni ’80 per sensibilizzare l’opinione pubblica inizialmente sorda alla tragica piaga.

Impattante è il netto stacco tra i primi, brevi fotogrammi solari e ridenti del film e tutto il resto della lunga storia. Due realtà contrastanti suddivise solo dall’apparizione del titolo che tende a sottolineare come e quanto siamo tutti uguali.

Una denuncia, quella della diversità, che regna sovrana lungo tutto l’arco del film: la malattia viene ghettizzata solo nell’ambito dell’omosessualità maschile e quindi non è degna di nota e non merita particolare attenzione.

Siamo durante i primi anni ’80, all’inizio della manifestazione troppo celere di questa epidemia che annienta una generazione, alcuni attivisti cercano di portarla all’attenzione dei media refrattari e indifferenti.

Il protagonista Mark Ruffalo è bravissimo nell’interpretazione di Ned Weeks, scrittore omosessuale che si batte fortemente per i diritti, per la ricerca scientifica, per la vita, per l’amore con rabbia e irruenza. Fondamentale il dialogo col fratello sull’uguaglianza, da ascoltare.

Matt Bomer nella sua caratterizzazione di Feliz innamorato e malato, esprime e trasmette magistralmente dolore, sofferenza e disagio.

Julia Roberts nei panni della dottoressa Emma Brookner anche lei vittima di un virus, ben diverso e accettato, cerca udienza e lotta senza sosta per provare a sconfiggere la malattia mortale.

Un film crudo e vero che coinvolge lo spettatore emotivamente portandolo alla commozione e alla rabbia.

Dolorosa denuncia storica, un messaggio forte e potente per educare e per non scordare le vittime e la negligenza del governo di fronte all’emergenza dell’HIV.

Da vedere!

 

 

 

 

Dalla stessa Rubrica...

Lascia un commento