Genere:
Milano Criminale – Paolo Roversi
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Trama

Via Osoppo, Milano, 27 febbraio 1958. Una banda di rapinatori assalta un furgone portavalori in una sequenza degna di Hollywood che resterà impressa nella memoria collettiva. Per Antonio Santi e Roberto Vandelli, due bambini del quartiere che assistono sbalorditi all’azione, è il giorno della vocazione. Il primo entrerà in polizia e darà la caccia ai più pericolosi criminali degli anni futuri, dal ladro gentiluomo Lampis (il Solista del Mitra) al folle e geniale Carminati. Il secondo diventerà il bandito più imprendibile e carismatico che l’Italia ricordi. Attraverso il loro duello e le loro storie private, Paolo Roversi ricostruisce, con un ritmo e una scrittura che non danno tregua, un’epoca indimenticabile della nostra storia recente e ci guida alla scoperta di una Milano dal fascino irresistibile.

Recensione a cura di Luciana Fredella

Il romanzo di Paolo Roversi, più che un thriller pare un libro di storia contemporanea contenuto in una trama poliziesca.

Il periodo comprende gli anni Sessanta a Milano.

È il decennio in cui cominciano ad affermarsi usi, moda, musica, ideologia diversi, che creano un taglio con il passato.

Si ascoltano e si partecipa ai concerti dei Beatles, dei Rolling Stones e di Jimi Hendrix, gli astronauti atterrano sulla luna, la moda è rivoluzionaria con minigonne e pantaloni a zampa, e viene riconosciuta alle mogli la possibilità di chiedere la separazione in caso di adulterio del marito, la cui colonna sonora è cantata da Caterina Caselli “Insieme a te non ci sto più”, gli studenti si ribellano e occupano l’Università, gli operai si mobilitano in scioperi per ottenere condizioni di lavoro più umane. Sono gli anni delle rapine rocambolesche e compare il tritolo che fa saltare in aria la Banca Nazionale dell’Agricoltura di Piazza Fontana e che segnerà la storia di Milano con 17 morti e 88 feriti, un atto terroristico mai visto fino ad allora.

In questo contesto così complesso si muove la polizia, offrendo al lettore un punto di vista alternativo, inducendolo così a riflettere sulle condizioni di chi in quegli anni si trovava “dall’altra parte”. Milano diventa la “città rossa”, perché in quegli anni lo era: di sangue, di bandiere, di fuochi, di lampeggianti…

 

Dettagli

  • Genere: Thriller
  • Copertina flessibile: 429 pagine
  • Editore: Rizzoli (2 Marzo 2011)
  • Collana: Rizzoli best
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8817047775
  • ISBN-13: 978-8817047777
Dello Stesso Genere...
Thriller
felix77
Dalle 9 alle 6

Recensione a cura di Dario Brunetti Dopo il promettente esordio con il romanzo Il programma, uscito nel 2020 per la casa editrice Eclissi che gli

Leggi Tutto »

Lascia un commento