Stasera, al cinema… TOLO TOLO di Checco Zalone

Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp
Recensione a cura di Alessandro Noseda
 
Zalone

Una sonora presa in giro!

Questo è TOLO TOLO, il film di Checco Zalone ora in programmazione in moltissime sale cinematografiche.

Con la consueta capacità di analizzare e stigmatizzare vizi e virtù dell’italiano medio, l’autore si fa beffe di luoghi comuni, dicerie, preconcetti, beoti particolarismi che prolificano e prosperano nella nostra società.

Senza mai scadere di tono, utilizzando gli strumenti dell’intelligente ironia, del sarcasmo tagliente, della battuta ad effetto, l’autore affronta tematiche complesse e complicate con il linguaggio, solo apparentemente leggero e superficiale, che differenzia l’umorismo sottile dalla comicità di bassa lega.
Si esce dalla sala con molti spunti di riflessione (e discussione) e una visione d’insieme un po’ più amara.
Bello il finale disneyano a confermare che in fondo “sono solo canzonette”.
Qualcuno ha detto un film furbo, che strizza l’occhio ad una specifica corrente di pensiero.
Certo, un film furbo, perché tocca temi attuali e dà una propria lettura disincantata e causticamente provocatoria dell’attualità.
Fantastica la fotografia, coadiuvata da panorami mozzafiato e azzeccatissima la scelta musicale (dello stesso autore), anche questa in chiave chiaramente canzonatoria.   
Che dire? Grande Checco!
Dalla stessa Rubrica...

Lascia un commento