Deprecated: preg_replace(): Passing null to parameter #3 ($subject) of type array|string is deprecated in /home/gialloec/public_html/wp-includes/kses.php on line 1744

Rubrica Ti consiglio un film tra un libro e un altro – La bambina che non voleva cantare


Deprecated: preg_replace(): Passing null to parameter #3 ($subject) of type array|string is deprecated in /home/gialloec/public_html/wp-includes/kses.php on line 1744
Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp
La bambina che non voleva cantare (2021) | FilmTV.it

A cura di Maria Grazia Talarico

Data di uscita: 10 marzo 2021 ispirato a “Il mio cuore umano” di Nada Malanima.

Regista: Costanza Quatriglio

Attori : Tecla Insolia, Carola Crescentini, Massimo Poggio, Sergio Albelli, Giulietta Rebeggiani, Nunzia Schiano, Paola Minaccioni, Daria Pascal Attolini, Paolo Calabresi, Raffaella Panichi

Casa di produzione: Rai Fiction

Genere : Biografico

Musiche: Luca D’Alberto

Costumi: Francesca Vecchi, Roberta Vecchi

Suor Margherita, direttrice di un coro, scopre la voce soave di Nada e intuisce che lei custodisca un grande talento quasi fosse più che una capacità, una vera e propria missione. Infatti un giorno la madre di Nada la sente cantare e trova sollievo dalle sue crisi depressive.

Nada, interpretata da Tecla Insolita, è una ragazzina che eccelle nel canto ma desidera vivere una vita semplice nella cittadina dov’è nata. Sua madre al contrario la indirizza verso i concorsi canori a cui lei parteciperà per compiacerla perché è malata di depressione.

Inizia così la carriera di questa grande cantante che esprime tramite lettere alla sorella lontana il suo dolore nei confronti di una vita che non le sembra appartenere.

Ci troviamo negli anni sessanta nella campagna toscana pian piano Nada vince la sua timidezza nell’esibirsi sui palchi e diventa così una cantante affermata. Il suo piccolo mondo che era fatto dai genitori Gino e Viviana, dalla sorella Miria,  dalla nonna Mora e dal maestro di canto Leonildo l’hanno resa un’artista formidabile.

Questo film invita a riflettere sulle aspettative che possono avere gli altri su di te e i tuoi sogni. A volte non coincidono, altre volte sì. È sempre sottile la linea che fa si che tu stia vivendo la tua vita per te stesso o tu stia compiacendo qualcuno d’altro.

Madre e figlia si ritroveranno in un abbraccio molto significativo. Il senso di colpa della madre Viviana per averla spinto Nada in un  un mondo che alla figlia non piace ma inaspettatamente Nada la rassicura dicendole che non ha fatto nessun sbaglio.

Se Tecla Insolia abbiamo avuto occasione di apprezzarla in due fiction di successo come Due vite in fuga e L’allieva, in quest’ultima si è superata dimostrando appieno le sue potenzialità attoriali nell’interpretare Nada che canore, visto la sua partecipazione in Sanremo Young 2020 dove ne è uscita vincitrice. Di particolare intensità e di grande impatto emotivo l’interpretazione di Carola Crescentini nelle vesti della madre Viviana.

Dalla stessa Rubrica...
Prossimamente al cinema: Il mangiatore di pietre

di Dario Brunetti Un interessante ibrido tra cinema di genere e attitudine documentaristica. Drammatico, Noir Italia 2018. Durata 109 Minuti. Un film di Nicola Bellucci. Con Luigi Lo Cascio, Vincenzo Crea, Bruno Todeschini, Ursina Lardi, Leonardo

Leggi Tutto »

Lascia un commento