Notti e nebbie – Carlo Castellaneta

Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp

Trama

La Milano dell’ultima guerra nella stagione dell’occupazione nazista vista attraverso le vicissitudini di un commissario della polizia politica, tra la passione carnale per le donne e l’attaccamento agli ideali del fascismo ormai in mezzo a una guerra civile. “Notti e nebbie”, con «un gusto quasi viscontiano per il senso di putrefazione morale e corruzione fisica», è il romanzo italiano che ha raccontato il tragico periodo di Salò e della Resistenza con la voce narrante di chi aveva scelto il regime. Il noir di Carlo Castellaneta torna a rappresentare (come scrive Ermanno Paccagnini nel saggio conclusivo) «situazioni del passato che si vedono riproporsi nel presente».

Recensione a cura di Dario Brunetti

“Io sono un narratore di cose, di fatti, di eventi, non di simboli, allegorie e metafore, uno scrittore realista sotto questo aspetto che gli piace raccontare delle storie. Io sono uno scrittore di città, e proprio a Milano la materia romanzesca non manca mai”.

Si raccontava così lo scrittore Carlo Castellaneta in una puntata di Sottovoce, programma condotto da Gigi Marzullo.

Nel 1958 Elio Vittorini lesse il suo primo romanzo Viaggio col padre approvandone la pubblicazione e ottenendo in un secondo momento l’apprezzamento della critica. Sarà solo l’inizio di una lunghissima e prolifica carriera letteraria.

La caduta del Fascismo e la storia della Resistenza sono le tematiche affrontate nel suo romanzo d’esordio che racconta la storia di un conflitto generazionale tra un padre fascista e un figlio mentre effettuano un viaggio in treno da Milano alla Puglia.

L’adesione al Fascismo e la ferma convinzione di non voler tradire gli ideali, metterà in contrasto un padre di famiglia con sua moglie e il loro unico figlio che insieme sosterranno invece la causa partigiana. Sarà il viaggio in treno dove il figlio interrogherà proprio suo padre cercando di metterlo spalle al muro alla ricerca di quelle risposte che non vorranno ammettere gli errori compiuti e i disastri che lo stesso Fascismo ha causato.

Diciassette anni dopo nel romanzo Notti e nebbie lo scrittore milanese ritornerà sulle stesse tematiche del romanzo con il quale esordì e ritroveremo una Milano buia, inquieta e dolente così magistralmente raccontata attraverso una prosa netta e decisa.

Il 1943-45 sarà il biennio che sancirà la pesante sconfitta sul piano politico, sociale e militare dell’Italia, la prefettura di Milano diventa l’ultima roccaforte fascista dove Benito Mussolini tenterà invano di insediarsi, ma tra i rastrellamenti tedeschi e l’opposizione dei partigiani la città sarà divorata dalla violenza e dall’odio e il vivere quotidiano si trasformerà in un inferno.

Fino a che punto un poliziotto della Polizia Politica sarà costretto a difendere i suoi ideali da fascista con le unghie e con i denti prima della fatidica resa dei conti con la sua stessa morale? Sarà ancora dalla parte del Fascismo o diventerà un traditore?

Castellaneta lascia nell’anonimato il suo protagonista che è la voce narrante di un noir con evidenti sfumature di erotismo. L’uomo è un poliziotto solerte ed integerrimo che attraverso torture e pestaggi perpetrati ai danni di partigiani e sospetti traditori vuole fare prevalere la legge della violenza e del più forte, dopo aver messo al sicuro la moglie e suo figlio in un paesino lontano da Milano.

Il protagonista decide di sfogare le sue pulsioni sessuali con prevaricazione e ferocia avendo relazioni con altre tre donne.

Ma i desideri e i piaceri dell’uomo sono destinati ad avere vita breve perché si troverà sempre più chiuso all’angolo dalla coscienza mentre i nuovi vincitori stanno per bussare alla sua porta e sembrano avere proprio bisogno di lui.

In Notti e nebbie, Castellaneta attraverso una chiave psicologica e introspettiva vuole focalizzare l’attenzione sul valore degli ideali e sulla loro morale che sembra vacillare sotto mille contraddizioni grazie a uno stile perforante e incisivo, ci fa rivivere quel periodo che si concretizza nella sua realtà più bieca e cruda.

L’opera diventerà una miniserie televisiva nel 1984 sotto l’attenta regia di Marco Tullio Giordana e con un cast di tutto rispetto con attori del calibro di Umberto Orsini, Eleonora Giorgi, Laura Morante, Maurizio Donadoni, Senta Berger e Gerardo Amato. Lo stesso Castellaneta ne curerà la sceneggiatura.

Notti e nebbie rimane un classico intramontabile della letteratura italiana che forse ancora oggi vale la pena di riscoprire.

 

Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Interlinea; New edizione (27 settembre 2018)
  • Genere : Noir
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 231 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8868571633
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8868571634
  • Peso articolo ‏ : ‎ 340 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 1 x 1.7 x 21 cm

 

Dalla stessa Rubrica...

Lascia un commento