Genere:
Vampiro Tossico
Qual è il prezzo per una bruciante sete di vita? Chi sei quando non esisti più per nessuno? Chiedetelo a Nico, a Celeste, a Bindi e a Cesarino, che hanno pagato la sciocchezza di una sera con il bisogno di nutrirsi di sangue per vivere, una dipendenza stringente che li porterà lontano da tutto e da tutti, vomitati in un cesso di quella sbornia allucinata che è stata l’Italia degli anni ’80.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Tragedia a sfondo horror non priva di momenti splatter, il romanzo scritto da Stefano Tevini colpisce per la propria originalità. Pur partendo da un tema non esattamente inedito – uno dei primi a scrivere di vampiri fu Polidori nel 1819 – l’autore dà al genere un taglio molto personale assimilando il vampirismo alla tossicodipendenza ed ambientando il romanzo nei primi anni ’80 proprio per evidenziarne i punti di contatto.
Un gruppo di ragazzi in vacanza sperimenta l’ebbrezza di sottoporsi  volontariamente al salasso di un vampiro ignorando, per incoscienza, le possibili conseguenze del proprio gesto.
La scrittura è ferma, diretta, scarna, essenziale, come lo sono i dialoghi dei ragazzi di vent’anni.
Alla fine rimane intenso il desiderio che si sia trattato soltanto di un incubo di mezza estate.
Un libro che consiglio se – e solo se – avete lo stomaco forte!

 

Dello Stesso Genere...
Noir
zamaccapani
La solitudine di Adamo

Recensione a cura di Achille Maccapani Giunge al decimo episodio il ciclo seriale delle avventure del vicequestore e commissario di polizia Vittorio Scichilone, affiancato dal

Leggi Tutto »
Noir
etodaro
Il pesatore di anime

La Francia e il noir: un abbinamento che ci ha fatto conoscere autori impareggiabili come Izzo, Manchette, Dominique Manotti, Emmanuel Grand, Leo Malet, Pierre Lemaitre, Hervè Le Corre e

Leggi Tutto »

Lascia un commento