Genere:
UN LUNGO CAPODANNO IN NOIR
Dieci grandi scrittori italiani, ognuno con la propria voce e la propria musica narrativa, raccontano una storia noir. Tra un brindisi e uno scambio di auguri, incontriamo alcuni fra i personaggi più amati del noir italiano, come l’ispettore Ferraro, l’investigatore Elia Contini, il commissario De Vincenzi e il colonnello Bruno Arcieri. E viaggiamo per l’Italia: dalla Roma corrotta e violenta degli anni Settanta fino a quella insanguinata dei giorni nostri; dalla Firenze del 1944, teatro di una doppia storia d’amore messa a dura prova dalla guerra, alla campagna toscana con la vicenda attuale di due fratellini sulle tracce di un uomo nel bosco: dove starà andando? E poi Milano, con i suoi quartieri e la sua gente; Milano che negli anni Venti ospitava Antonio Gramsci a San Vittore, uno che il Capodanno lo odiava proprio. E ancora un borgo del centro Italia, all’apparenza tranquillo, che nasconde una realtà sanguinosa. Fuori dai confini nazionali, marito e moglie fanno un viaggio a Barcellona che avrà un esito imprevisto; mentre in Svizzera, paese sempre all’avanguardia, pare che persino le intelligenze artificiali possano uccidere. È il periodo dell’anno in cui promettiamo di lasciarci il passato alle spalle affidandoci ai buoni propositi, almeno così si dice. Ma i protagonisti di questo libro non vogliono affatto abbandonare le vecchie abitudini e il conto alla rovescia probabilmente li sorprenderà sulla scena del crimine. Sono i rischi del mestiere, quando sei un killer o un poliziotto in servizio la notte di San Silvestro…
10 racconti noir per conoscere autori mai letti prima o ritrovare personaggi noti

Mi piacciono i racconti, Mi sono piaciuti tanto quelli che compongono questo libro edito da Guanda, Un lungo capodanno in noir, con racconti di: Gianni Biondillo, Andrea Cerone, Luca Crovi, Giancarlo De Cataldo, Marco De Franchi, Diego De Silva, Andrea Fazioli, Marcello Fois, Leonardo Gori, Marco Vichi. Ci sono personaggi seriali in una nuova avventura, personaggi e storie nuove, storie in tempi diversi anche molto lontani da noi, diversi sono i registri narrativi, tutti ugualmente interessanti. Le ambientazioni sono cittadine e rurali, in tutti i racconti c’è tensione, c’è una scrittura capace di affascinare chi legge, in qualche racconto non mancano le scene truci. In questo libro il filo conduttore, a parte il giallo, sono le feste, il periodo fra Natale e Capodanno, e il sorriso mi è venuto spontaneo, perché si dice che a Natale, siamo (saremmo) tutti e tutte più buoni/buone.

Recensire i singoli racconti è difficile soprattutto perché il rischio di rivelare troppo è grande e quindi ho abbinato al titolo e all’autore un paio di parole che mi sono rimaste in testa dopo la lettura. Le riporto seguendo l’ordine di pubblicazione dei racconti.

Gli accidentali, Diego De Silva: incarico, donne, indugio, accidentali.

‘O Zuzzuso, Giancarlo De Cataldo: Direttore, potere, Fiat 130, prestigio.

Due Capodanni, Leonardo Gori: racconti, amicizia, ospedale, commedia, tragedia.

Il mistero del condominio, Gian Andrea Cerone: moglie, indagine, aiuto, rompiballe.

Il Dono, Marco De Franchi: regali di Natale, ammirazione, rifugio, vacanze.

Weekend lungo a Barcellona, GIanni Biondillo: felicità, recitazione, scaltrezza, impero.

Il custode dell’abisso, Andrea Fazioli: solitudine, intelligenza artificiale, indagare, sentimenti.

Odio il Capodanno, Luca Crovi: scomparsa, bambino, il poeta del crimine, coscienza, carcere.

Ho qualcosa da dirti, Marcello Fois: sparizione, festa, famiglia, ragazzo, indagini.

Il bosco, Marco Vichi: infanzia, fortuna, crescere, genitori, libertà, il Male.

I libri di racconti hanno il pregio che si possono leggere in ordine casuale. Sono diversi fra loro, non indico un preferito perché tutti mi hanno catturato con qualcosa, ho letto storie truci, che non sono le mie preferite, scritte benissimo, sono stata trasportata nel passato più o meno lontano. Non è mancato anche qualche sorriso, sono stati trattati temi attuali.

Ne consiglio la lettura a chi già conosce gli autori, a chi non li avesse mai letti ricordo che un racconto è un ottimo modo per conoscere autori nuovi, non impegna troppo tempo e ci si fa un’idea.

Dello Stesso Genere...
Noir
felix77
Delitto alla Commenda di Prè

Delitto alla Commenda di Prè è il nuovo noir storico dell’autore Armando D’Amaro uscito per la Fratelli Frilli editori, sesto romanzo dedicato alla figura del

Leggi Tutto »
Il fiume di porta via
Noir
elio.freda
Il fiume ti porta via

Recensione a cura di Fulvio Luna Romero È un incedere lento, alle volte doloroso. Una massa d’acqua e di sensazioni che si muovono apparentemente placide,

Leggi Tutto »

Lascia un commento