Genere:
Mio fratello rincorre i dinosauri – Giacomo Mazzariol
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

71dq6X4YpkL

Trama

Ci sono voluti dodici anni perché Giacomo imparasse a vedere davvero suo fratello, a entrare nel suo mondo. E a lasciare che gli cambiasse la vita. Hai cinque anni, due sorelle e desidereresti tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i tuoi genitori ti annunciano che lo avrai, questo fratello, e che sarà speciale. Tu sei felicissimo: speciale, per te, vuol dire «supereroe». Gli scegli pure il nome: Giovanni. Poi lui nasce, e a poco a poco capisci che sì, è diverso dagli altri, ma i superpoteri non li ha. Alla fine scopri la parola Down, e il tuo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovrai attraversare l’adolescenza per accorgerti che la tua idea iniziale non era così sbagliata. Lasciarti travolgere dalla vitalità di Giovanni per concludere che forse, un supereroe, lui lo è davvero. E che in ogni caso è il tuo migliore amico. Con Mio fratello rincorre i dinosauri Giacomo Mazzariol ha scritto un romanzo di formazione in cui non ha avuto bisogno di inventare nulla. Un libro che stupisce, commuove, diverte e fa riflettere.

Voce di Roberto Roganti

[bandcamp width=100% height=120 track=3231078172 size=large bgcol=ffffff linkcol=0687f5 tracklist=false artwork=small]

Recensione a cura di Miriam Salladini

Occhi cinesi, nuca piatta, quattro dita in un piede e una lingua più lunga rispetto alla bocca: queste sono le caratteristiche che colpiscono Giacomo quando osserva suo fratello per la prima volta. Non è facile per un bambino accettare la diversità di un fratello soprattutto quando si desidera tanto un nuovo compagno di giochi. Sì perché a casa Giacomo ha due sorelle e si sa che l’universo maschile e femminile sono diversi. Giovanni rappresenta per Giacomo la possibilità di un riscatto, di non essere più in minoranza in famiglia: per lui il fratello che sta arrivando ha dei superpoteri. Mazzariol in questo libro si racconta dall’età di cinque anni mettendo dapprima a nudo la vergogna di avere un fratello con la Sindrome di Down e successivamente manifestando un amore smisurato per lui, appassionato di dinosauri, che vive la vita come un’istantanea fotografica. Ciò che si evince dalla lettura è una forte unione familiare che dovrà scontrarsi con l’ignoranza della gente. Questo libro è il racconto di una vita, la vita di Giovanni che per mangiare sceglieva da chi farsi imboccare, che aveva dei riti per addormentarsi e che a scuola prendeva il carrello navetta per arrivare a mensa perché capiva i suoi limiti: a mensa voleva arrivarci con le proprie gambe! Scopriamo un universo diverso dal nostro: speciale! Mentre le pagine scorrono veniamo catturati dalla simpatia e innocenza di Giovanni che ride anche se si sta ridendo di lui perché per lui l’importante è ridere accanto agli altri.

“Mio fratello rincorre i dinosauri” è il libro d’esordio di Giacomo Mazzariol. Lo stile utilizzato dal giovane autore è molto semplice. Ciò rende la lettura interessante e accattivante; vengono descritti episodi divertenti e drammatici con spensieratezza, senza banalità.

Penso che questa lettura debba entrare nelle scuole per il forte messaggio di inclusività trasmesso: siamo tutti diversi e a volte la diversità può essere un vantaggio.

 

Dettagli

  • Genere: Narrativa
  • Copertina flessibile: 176 pagine
  • Editore: Einaudi; 2 edizione (26 aprile 2016)
  • Collana: Stile libero extra
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8806229524
  • ISBN-13: 978-8806229528
Dello Stesso Genere...

Lascia un commento