Genere:
La tua ultima bugia
La casa di Marcus North appare come un luogo magnifico e spaventoso a Evie, la prima volta che vi mette piede. Immensa, affacciata su una scogliera, una stupenda vetrata dopo l’altra. Peccato che sulla costa occidentale dell’Inghilterra il vento e il grigio la facciano da padroni: ma anche così, davanti a lei si apre uno spettacolo. Per Marcus, però, le cose sono molto diverse. Quella casa è legata per sempre al ricordo della prima moglie, Mia, e di ciò che accadde al piano di sotto, dove la palestra e la piscina ormai sono chiuse da tempo. E dove lui non mette più piede. Ma adesso c’è Evie, un nuovo, luminoso amore che cancellerà il buio del passato. Almeno così la vede lui. Non la pensa così Cleo, la sorella di Mark. Non le piace Evie, come del resto non le piaceva Mia. E quando Mark comincia ad allontanarsi, Evie a restare sempre più spesso sola con la sua bambina in quella immensa casa, e Cleo a cercare di capire che cosa c’è davvero tra il fratello e la sua nuova donna, pian piano le verità che ciascuno nasconde verranno a galla. E, come avrà modo di scoprire la detective King – la stessa che accorse quando Mia cadde dalle scale, e che adesso si troverà di fronte, in quella stessa casa, a una scena spaventosa -, l’ultima bugia sarà la più terribile. Voce di Dario Brunetti [bandcamp width=100% height=120 track=1457526276 size=large bgcol=ffffff linkcol=0687f5 tracklist=false artwork=small]
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Stabilire dei confini e mettere a volte dei paletti con la famiglia d’origine, è una sfida che una nuova coppia  affronta, ed il libro ci presenta dei tentativi di attuare ciò, da parte di Evie e Mark, nei confronti di Cleo. Il legame tra Cleo e Mark è quasi simbiotico e ciò è collegabile ad alcuni avvenimenti negativi della loro infanzia, che hanno contribuito ad unirli. è interessante in particolar modo, cercare di cogliere e scoprire se “la simbiosi” sia sentita da entrambi perennemente o se uno dei due tenti di ritagliarsi una propria autonomia, escludendo l’altro/a, in qualche aspetto della propria vita privata…

La tua ultima bugia ci presenta uno scenario in cui le menzogne sono all’ordine del giorno: a mentire sono probabilmente più personaggi, ma la “missione” del lettore è scoprire il significato del titolo ed in particolare a chi faccia maggiormente riferimento.

Aminah è inizialmente un’amica di Cleo, ma dopo aver conosciuto meglio Evie, è ufficialmente amica di entrambe; è il personaggio che ho apprezzato di più in quanto mantiene coerenza e lealtà nei comportamenti, anche nelle circostanze più difficili da gestire in cui arriverà a sentirsi “tra i due fuochi”.

A smorzare i momenti di alta suspense, ci penserà la detective Stephanie King che indaga riguardo la morte di Mark: l’autrice ci descrive sia la raccolta degli indizi che riusciranno a dare una svolta al caso e che nascono da un’attenta osservazione, sia alcuni eventi della vita privata della detective. Si tratta di una scelta  degna di nota, in quanto dimostra come l’autrice tenda a ristabilire un equilibrio nei momenti in cui il carico emotivo per il lettore potrebbe diventare eccessivo.

E poi c’è Lulù, nata dall’unione tra Evie e Mark, una bambina dolcissima,sveglia ed intelligente, che rischierà di pagare il prezzo di questo scenario crudele. Purtroppo quando le situazioni o i traumi non vengono elaborati e l’odio, il rancore e la sete di vendetta annebbiano la mente, a pagarne le conseguenze sono in molti ma,  se a farne le spese sono i bambini, ciò è proprio raccapricciante. Infatti, i bambini non hanno gli strumenti per difendersi da situazioni così complesse e forse il fatto che Lulù sia molto piccola può giocare a suo favore, grazie anche ad una scelta di Evie, nel finale…

Il punto di forza dell’autrice è lo stile e definirlo magnetico sarebbe riduttivo. Il susseguirsi di parole, frasi e capitoli ci trascina nel vortice degli eventi come pochi sono capaci di fare: non esisterà più un orario per leggere e neanche la distinzione del giorno dalla notte, dato che noi lettori siamo nel turbinio delle situazioni descritte (ma anche delle emozioni che ci suscita quanto stiamo leggendo, e vi assicuro sono moltissime).

Girando l’ultima pagina, un senso di malinconia potrebbe avvolgerci, ma Keep calm, probabilmente la detective King tornerà con un altro caso……

 

 

Dello Stesso Genere...
Thriller
mbaldi
Luna rossa

AVVERTENZA: Se non avete letto il libro precedente “Il coltello” NON leggete la recensione! Harry Hole: ero molto preoccupata alla fine del romanzo precedente, “Il

Leggi Tutto »
Thriller
etodaro
BLACK MONEY

Un attento conoscitore del panorama malavitoso che si produce nella città di Milano avrebbe potuto fermarsi nel trattare quel fenomeno ai libri già scritti e

Leggi Tutto »

Lascia un commento