Genere:
La setta delle ciambelle
Quando Meg sparisce dal negozio di ciambelle, le indagini conducono a un gruppo di uomini alla Men in Black. Ma quella che pare una cricca di invasati a caccia di dischi volanti, si rivela una temibile minaccia per un’intera cittadina del Texas orientale. Charlie Garner ha un brutto presentimento. Meg, la sua ex moglie, è scomparsa da oltre una settimana e, nonostante i vicini sostengano che stia soltanto fuggendo dagli esattori, lui sospetta che ci sia qualcosa di più sinistro in ballo. L’ultima volta è stata avvistata al lavoro, nel negozio di ciambelle locale gestito da un losco gruppo conosciuto come il Popolo dei dischi volanti: una congrega evangelista che crede che la propria attività si trovi sul suolo del prossimo sbarco extraterrestre. Indagando insieme al fratello Felix, alla fidanzata di lui e alla giornalista Amelia «Scrappy» Moon, Charlie fa delle scoperte alquanto strambe nella zona in cui lavorava Meg: prima viene a conoscenza di un minaccioso scimpanzé tenuto al guinzaglio, poi di un enorme arsenale di armi stoccate in vista dell’apocalisse. E quando il corpo del loro informatore chiave viene trovato morto e smembrato, Charlie capisce che la sua vita e quella della sua combriccola sono in serio pericolo.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Ancora una volta, Lansdale mi ha tenuto incollata alle pagine con una leggerezza che ti permette di bere la storia a sorsi enormi. Charlie Garner fa lo scrittore e si è separato dalla moglie Meg, che però non smette mai di amare. Un giorno la donna sparisce nel nulla insieme a Ethan, il suo nuovo compagno, e lui non può fare a meno di pensare che le sia successo qualcosa di grave. Certo, i due sono strani ed è vero quello che dice la loro padrona di casa: probabilmente si sono allontanati di proposito per evitare di pagare le spese. Ma quella specie di visione, cos’era? Un semplice sogno o un messaggio dall’aldilà. Charlie ha solo immaginato di vedere Meg o lei, in qualche forma eterea, ha cercato di contattarlo per chiedere aiuto?

Tormentato da questo pensiero e dai suoi continui mal di testa, Charlie si trova a indagare su questa scomparsa e passo dopo passo viene risucchiato dentro a una realtà che pare surreale, ma esiste. Un gruppo di persone crede che all’interno del proprio terreno sia sepolto un disco volante e numerosi sono i seguaci disposti a credergli. Charlie lo sa, Meg è proprio il tipo disposto a credere a certe cose perché lei ha bisogno dell’ignoto, le servono stimoli nuovi per andare avanti. Come da cliché in questi casi, una profezia aleggia sulla setta: presto, il mondo finirà ma i veri credenti si salveranno, portati via dai dischi volanti, già in viaggio verso la Terra.

Follia, direte voi, ma c’è tanta gente disposta a credere a questo e a tante altre cose che non hanno un minimo di fondamento. Pur con palese ironia, l’autore stimola nel lettore una sana riflessione: che cosa porta alcune persone a credere a tutto? Insoddisfazione? Stupidità? Incapacità di vivere la realtà?

“Un segno dei tempi, credo. Febbre politica, paura del cambiamento. Il clima sempre più feroce. Internet collegato ai nostri cervelli. Lo so cosa state pensando: nessuno potrebbe mai convincervi a credere a certe sciocchezze. Ma forse è già successo. Se siete stati educati a diventare battisti, buddisti, musulmani, mormoni o altro, potreste essere convinti. Un disco volante che vi porta via, il paradiso senza vestiti addosso, lo spirito che risorge dalla morte: sono tutti modi per sostenere la nostra idea egoistica di essere degni della vita eterna. Credetemi, se volete una cosa con sufficiente forza, le prove non sono necessarie. Se solo voleste, potreste credere alla merda di orsacchiotto e alle scoregge di unicorno.”

Qui, Lansdale ci spiega bene quanto fallaci siano spesso le nostre convinzioni. Crediamo sempre di possedere un pensiero libero ma siamo sicuri di non essere stati influenzati in origine, quando eravamo piccole spugne pronte ad assorbire ogni credenza nella quale eravamo immersi?

In questa avventura, Charlie è accompagnato dal fratello Felix che sarà sempre al suo fianco e con lui, seguendo le tracce lasciate da Meg, attraverserà scenari assurdi, ricchi di personaggi improbabili che però, lo vedrete, rispecchiano appieno la nostra società. Le ciambelle, come potete immaginare, fanno parte della pista da seguire ma non racconto altro perché, come sempre, voglio lasciarvi il piacere della scoperta. Buona lettura!

Dello Stesso Genere...
Thriller
gcampaner
Il fiore dell’apocalisse

Il fiore dell’apocalisse della casa editrice Leone è stato pubblicato nel 2018 ed appartiene al genere giallo/thriller, l’autrice è la bravissima Luisa Colombo che è

Leggi Tutto »

Lascia un commento