Genere:
La mamma si è addormentata – Romy Hausmann
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Trama

Era solo una ragazzina di quindici anni quando è stata condannata per un crimine atroce, di cui si è sempre dichiarata innocente. Adesso Nadja è una donna adulta e ha ormai scontato la sua pena. Non chiede altro che una vita normale, e quel lavoro anonimo come assistente in uno studio di avvocati sembra l’unico modo per tenere a bada gli incubi e il panico che la assale all’improvviso. Un’esistenza grigia e ripetitiva che però la fa sentire protetta. Ma un giorno, inaspettatamente, la morte rientra di nuovo nella sua vita. Laura, la moglie del suo capo, l’unica persona che le abbia mai dimostrato amicizia, ha commesso un tragico errore, un errore che è finito nel sangue. Adesso potrebbe perdere tutto: suo marito, sua figlia, le sue sicurezze. Nadja sa bene che cosa significhi. Ma sa anche che aiutarla la renderebbe sua complice. Mentre si dirige nei boschi dello Spreewald con un carico inquietante nel bagagliaio della macchina, non può certo immaginare che quel luogo popolato di oscure leggende diventerà teatro di una caccia spietata. Qualcuno sta cercando di trascinarla in un gioco perverso e Nadja capirà ben presto che il suo passato sanguinoso potrebbe fare di lei la vittima perfetta. O l’assassina perfetta.

Recensione di Mary Basirico’

Dopo il successo di La mia prediletta, romanzo d’esordio per la tedesca Romy Hausmann pubblicato con la casa editrice Giunti nel 2020, la scrittrice cerca di eguagliare il successo di pubblico e critica con La mamma si è addormentata.

Il nuovo thriller non è una copia del precedente, ma ne conserva il tratto indagatore dell’animo umano. Nadja è una donna fragile, la sua infanzia è stata durissima, costellata di eventi drammatici, che porteranno la protagonista a reazioni forti. Dopo aver scontato una detenzione per omicidio, di cui si professa innocente, la ragazza trova lavoro presso uno studio legale gestito da Gero e la moglie Laura. Tutto si complica quando Laura cade tra le braccia del bel Aron Bruckstatt, e chiede aiuto a Nadja per togliersi dall’impiccio in cui si trova.

Le cose però non sono così semplici e lineari come appaiono in un primo momento, un piano diabolico si sta delineando e finirà per stritolare i vari protagonisti del romanzo in un labirinto di sentimenti contrastanti.

La lettura di questo thriller mi ha fatto pensare a un specchio che si rompe in mille pezzi, il lettore è chiamato insieme all’autrice a rimettere ordine tra i cocci. La linea temporale salta, tra passato e presente. A mio avviso, ho trovato questo nuovo thriller a due marce di velocità. Ci sono dei momenti in cui tutto accelera e la lettura si fa serrata, mentre in altri si perde nei meandri della ricostruzione del passato dei protagonisti.

Molto intensa è la descrizione psicologica dei personaggi, anche se l’autrice tende a confondere il lettore per svelare un finale che sorprende. Crude le descrizioni di violenza, veritiere nei dettagli.

Lettura consigliata agli amanti del genere.

Dettagli

Genere: thriller

Editore : ‎Giunti Editore (3 novembre 2021)

Lingua : ‎Italiana

Copertina flessibile : ‎384 pagine

ISBN-10 : ‎880995159X

ISBN-13 : ‎978-8809951594

Dello Stesso Genere...
la tua ultima bugia
Thriller
vrao
La tua ultima bugia

Stabilire dei confini e mettere a volte dei paletti con la famiglia d’origine, è una sfida che una nuova coppia  affronta, ed il libro ci

Leggi Tutto »

Lascia un commento