Genere:
Io ti ho trovato – Lisa Jewell
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

71mQw1d fNL

Trama

Alice Lake vive in un piccolo cottage sulle coste orientali dello Yorkshire. Madre single di tre figli, per mantenere se stessa e la sua famiglia compone collage con ritagli di vecchie carte geografiche, che provvede poi a vendere in rete. Una sera, sulla spiaggia, Alice scorge la sagoma di un uomo: seduto sulla sabbia umida, le braccia allacciate intorno alle ginocchia, l’uomo indossa solo jeans e camicia e sembra indifferente al vento che solleva spruzzi gelidi. Non è abbastanza malconcio per essere un vagabondo né abbastanza strano per essere un paziente del centro di salute mentale del paese. Ma ha un’aria talmente sperduta, uno sguardo cosi confuso e triste che Alice decide di avvicinarlo e di prestargli soccorso. L’uomo le rivela di non sapere nulla di sé, del perché si trova lì e di come ci è arrivato. Tra gli sguardi increduli dei tre figli, Alice porta a casa lo sconosciuto e lo sistema nella piccola dépendance che di solito affitta, ma in quel momento è vuota. Una decisione avventata e di certo rischiosa, dato che quell’uomo in evidente stato confusionale e senza alcuna memoria del suo passato potrebbe essere chiunque. Quella stessa sera, a Londra, Lily Monrose telefona alla polizia per denunciare la scomparsa di suo marito, Carl Monrose. Quando non lo ha visto tornare dal lavoro ha avuto la sensazione che un ghiacciolo le scivolasse lungo la schiena. Lei e Carl sono rientrati dal viaggio di nozze solo dieci giorni prima e lui si precipitava a casa tutte le sere appena finiva di lavorare, prima di svanire nel nulla lasciando dietro di sé una scia di inquietanti interrogativi, tra cui una falsa identità. La soluzione di questi misteri sembra condurre a un evento accaduto ventitré anni prima, quando due adolescenti, Gray e Kirsty, in vacanza con i loro genitori in un pittoresco villaggio di mare, incontrarono un giovane un po’ singolare. Un giovane che aveva occhi solo per Kirsty.

Recensione a cura di Antonio Parrilla

Bello, bello, bello!

La storia di “Io ti ho trovato”, di Lisa Jewell, tutto sommato è semplice: un uomo perde la memoria e viene aiutato da una donna a ricordare il passato e tornare alla sua vita normale.

Da questa situazione iniziale, già vista varie volte, la scrittrice inglese riesce a tirar fuori un libro pieno di ritmo e suspence, coinvolgente e scorrevole; in poche parole, uno di quei “gialli” che non vorresti metter giù prima di essere arrivato a leggere l’ultima pagina.

I personaggi sono ben delineati, ciascuno ha una sua voce ben definita, un background articolato, aspirazioni e ferite personali.

La storia si svolge su due archi temporali (che la Jewell affronta utilizzando il tempo presente per uno e il tempo passato per l’altro, gestendoli mirabilmente), e i punti di vista, così come è di moda oggigiorno, sono ben più di uno. Quest’ultimo meccanismo sta creando dei veri e propri mostri nel mondo editoriale contemporaneo: tutti gli autori vogliono utilizzarlo, ma davvero pochi sono in grado di usarlo in modo produttivo ed efficace. La Jewell ci riesce (la Barton no, giusto per fare un esempio).

Nella mia personale scala, questo libro merita cinque stelle (il massimo).

Dettagli

 

  • Copertina flessibile: 349 pagine
  • Editore: Neri Pozza (25 maggio 2017)
  • Collana: I Neri
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8854514152
  • ISBN-13: 978-8854514157

 

Dello Stesso Genere...
Thriller
elio.freda
Psyco

Psyco è un romanzo straordinario sotto tanti punti di vista. In primo luogo lo stile e la voce del romanzo, narrato da una terza persona

Leggi Tutto »
L'ospite indesiderato
Thriller
ecentonze
L’ospite indesiderato

Tutto inizia in una nevosa giornata. Diverse coppie stanno raggiungendo un hotel per trascorrerci il loro week end invernale: in questa “due giorni” ognuno ripone

Leggi Tutto »

Lascia un commento