Genere:
Il Sostituto – Pit Formento
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

image bookTrama : Questa è la storia di un gruppo di pazienti di diverse nazionalità alla corte di un autorevole psicanalista americano di fama e potere internazionali, la cui terapia consiste in una vera e propria vita comunitaria coi pazienti nella sua tenuta svizzera. Durante una di queste convivenze terapeutiche, viene ritrovato il cadavere del dottore. Di fronte all’inerzia della polizia cantonale, inizia a indagare per conto proprio un fotografo molto scettico sia sui metodi che sulla moralità dello psicanalista ucciso. Scoprirà una rete di rapporti di forza psicologici tra i vari pazienti e il dottore, e riceverà confessioni sconcertanti che di volta in volta spostano i sospetti da un personaggio all’altro. Una vicenda tra “Blow-up” e “Rashomon”, dove l’evidenza fotografica del reale si rivela illusoria – compromessa com’è dal conflitto…delle testimonianze – con una struttura potentemente girardiana. Una rivisitazione antropologica del giallo in cui i personaggi si succedono e si sostituiscono nei ruoli di vittima e carnefice, accusandosi l’un l’altro. Un’indagine tra Sciascia e Durrenmatt, una cifrata allegoria dell’11 settembre e della catastrofe morale dell’occidente.

Recensione : Romanzo d’esordio interessante, scritto con un linguaggio diretto ed esplicito, incentrato attorno alla figura del protagonista che si trova in una strana situazione : dover recuperare una relazione sentimentale (quanto meno nella sua testa) con la sua compagna avendo dalla controparte un maestro della psicoanalisi. La vicenda, poi si tingerà di giallo, rimane tuttavia ancorata a districare le relazioni tra i personaggi, piuttosto che imbarcarsi in indagini e ricerche dei responsabili. Ci sono quindi tante idee, alcune buone e  alcune meno ma c’è la netta sensazione che non tutte siano approfondite a dovere. Questo crea talora la sensazione di leggere alcune situazioni che sono in forte contrasto ad esempio con la personalità del personaggio coinvolto solo perché di costui si sa poco e nulla. Il ritmo è talora lento, troppo lento e si fa un po’ fatica ad andare avanti. Ad ogni modo la vicenda incuriosisce il giusto e porta dritti alla conclusione. E’ un romanzo che mi sento di consigliare solo agli amanti del genere noir.

Votazione : 3+1/2 / 5

Dettagli :

  • Brossura: 159 pagine
  • Editore: Transeuropa (1 aprile 2011)
  • Collana: Narratori delle riserve
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8875801258
  • ISBN-13: 978-8875801250
Dello Stesso Genere...
Noir
fbelleri
Notturno metropolitano

Recensione di Federica Belleri Il freddo milanese è cattivo e invadente, porta il cielo a scurirsi e gli animi a rinchiudersi. Il commissario Daniele Ferrazza

Leggi Tutto »
Noir
mbaldi
IL PREDATORE

Raccontando la storia di una “tragedia” che sconvolge un paesino di montagna, Cimalta, Marco Niro ci fa vivere una storia che nasconde una verità che

Leggi Tutto »

Lascia un commento