Genere:
Il coniglio bianco
Jan ha trentasette anni, una moglie bella e intelligente, due figli di cui andare fiero e un curriculum che dovrebbe garantirgli il miraggio del capitalismo moderno: un ruolo da dirigente strapagato e nullafacente, con tutta la libertà per dedicarsi al golf e alla vela. E, invece, il malessere crescente di chi vede il tempo passare e le prospettive di carriera diminuire lo portano a vagheggiare possibili vie di fuga. Poi finisce per accettare la proposta di una multinazionale a Monaco di Baviera. La telefonia mobile è un settore in espansione ma la sua prima missione prevede lo smantellamento della sede di Bangalore, la Silicon Valley indiana. Ben presto nasce il sospetto che nella sua nuova azienda molti abbiano qualcosa da nascondere e lo vogliano usare come pedone di una scacchiera in cui non pare possibile prevedere la successiva mossa. La posta in gioco è alta, tutti hanno qualcosa da guadagnare o da perdere e le false piste degli intrecci fra impresa e politica varcano i confini della vecchia Europa fino a Shanghai. Un thriller a scatole cinesi dove il ritmo trascinante della scrittura e il tasso di adrenalina tengono il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima scena.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Primo titolo nel settore narrativa per la De Agostini, sicuramente interessante, abbastanza originale e ben scritto. Il conglio bianco è un thriller scritto bene, che parte con un anedotto e già questo lancia un senso di inquietudine, come di cattivo presagio… Lo sviluppo poi, attraverso una serie di colpi di scena e di situazione concatenate come gli anelli di una catena, appassiona e spinge a completare la lettura abbastanza in fretta. A voler cercare un neo, la caratterizzazione dei personaggi non è così curata. Tuttavia, questo particolare non sottrae nulla ad una storia basata prevalentemente sulla denuncia dei fatti.
Se vi capitasse di andare in Africa, in India o in un altro paese in via di sviluppo, rimarreste colpiti di vedere come il binomio fame-cellulare vada incredibilmente a braccetto… Consigliato a tutti, in particolare a chi del cellulare non può proprio farne a meno…

Votazione : 4/5

 

Dello Stesso Genere...
L'ospite indesiderato
Thriller
ecentonze
L’ospite indesiderato

Tutto inizia in una nevosa giornata. Diverse coppie stanno raggiungendo un hotel per trascorrerci il loro week end invernale: in questa “due giorni” ognuno ripone

Leggi Tutto »
Thriller
fmanu
Animali nel buio

Recensione a cura di Manuela Fontenova Appassionati del thriller nordico a me! Sempre alla ricerca di autori del genere, sono rimasta piacevolmente colpita da Camilla

Leggi Tutto »

2 risposte

Lascia un commento