Genere:
Falsa testimonianza – Karin Slaughter
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…
716jiEY7suL

Trama

Quella di Leigh è un’esistenza che sembra del tutto normale. Lavora come avvocato in uno studio legale di Atlanta, si è appena separata dal marito e vive insieme a Maddy, sua figlia. Eppure dietro quella facciata ordinaria e tranquilla si nasconde il ricordo di un’adolescenza terribile, segnata da un mostruoso e segreto atto di violenza che Leigh ha sempre nascosto.

Ed è convinta che il passato non possa tornare a minacciare il suo presente.


Tutto cambia quando viene coinvolta per la prima volta in un caso importante. È una grande occasione, un successo in tribunale potrebbe garantirle una promozione. Il cliente, un uomo facoltoso accusato di aver commesso una serie di stupri, ha chiesto che sia lei a organizzare la difesa. Non appena lo vede, Leigh si rende conto di non essere stata scelta per la sua fama di avvocato senza scrupoli. Quel sorriso, che s’increspa da un lato e fa assumere al volto un’espressione inquietante, lo conosce. Quegli occhi, vuoti e come assenti, li ha già visti. Sono quelli di Trevor, un bambino che ha incontrato quasi vent’anni prima. Quando, a diciassette anni,

ha vissuto l’esperienza che ha stravolto la sua esistenza.

 
Trevor conosce il suo segreto. Sa perché ha passato l’intera vita a nascondersi, e sa di poterla rovinare. Se non riuscirà a farlo assolvere, Leigh perderà molto più della causa. L’unica a poterle dare una mano adesso è sua sorella Callie, l’ultima persona al mondo a cui vorrebbe chiedere aiuto. Ma il tempo sta per scendere, e Leigh non ha alternative.


Karin Slaughter, autrice bestseller, torna con un nuovo thriller teso e ricco di colpi di scena.Un romanzo dai personaggi vivi, disperati, pronti a fare di tutto per proteggere se stessi e la propria famiglia.

Recensione di Mary Basirico’

Inizialmente i libri di Karin Slaughter non facevano riferimento a periodi temporali precisi, questo rappresentava una scelta precisa dell’autrice che non voleva legare le sue storie a fatti di cronica reali. Poi il suo approccio si modifica, i suoi libri diventano lo specchio della realtà, i suoi romanzi ci parlano di fatti attuali e ci pongono degli interrogativi. In Falsa testimonianza la storia inizia nella primavera 2021, quindi siamo ancora in piena emergenza da pandemia di Sars-cov-2.

La pandemia rappresenta un incubo dal quale non siamo ancora usciti, sia dal punto di vista sanitario che emotivo. La popolazione è traumatizzata e ancora oggi ne portiamo i segni, i protagonisti del romanzo di conseguenza si confrontano con regole e divieti, esattamente come noi.

Le protagoniste del romanzo sono due sorelle, cresciute con un terribile passato che le ha segnate profondamente. Callie è la più fragile, i terribili traumi vissuti nell’adolescenza l’hanno condannato a una vita di dipendenze, dalla quale cercherà di fuggire per tutta la vita, mentre Leigh nasconde il profondo senso di colpa in fondo al cuore, e cerca di costruirsi una vita normale, con una relazione importante e un lavoro appagante. Questo suo equilibrio viene messo pericolosamente a rischio, quando un facoltoso cliente di nome Andrew la sceglie come avvocato. Andrew riporta alla luce tutto il terribile passato fatto di violenza e abusi sessuali. Purtroppo per Leigh quella che pareva una grande occasione per il suo lavoro si trasformerà ben presto nella materializzazione delle sue paure. Andrew conosce il suo passato e minaccia di renderlo se non vincerà il processo nel quale è coinvolto.

Le due sorelle dovranno così ritrovarsi per fronteggiare la valanga che rischia di travolgerle. In un’alternanza di presente e passato il lettore ricostruisce l’intensa storia di Callie e Leigh e le seguirà fino all’epilogo.

Il romanzo si legge bene, la scrittura è densa, il linguaggio è diretto, le scene di violenza realistiche e i personaggi sono ben caratterizzati e coinvolgenti. Trapela dalle pagine l’intenso lavoro di documentazione fatto dall’autrice per affrontare al meglio le importanti tematiche di questo suo ultimo lavoro, come il tema della dipendenza di Callie. Per l’autrice la dipendenza non è un fallimento morale e non è qualcosa che possa capitare solo a determinate categorie di persone. C’è tanta disinformazione su come si cade nella dipendenza da oppiacei, e di come sia complesso il percorso di recupero. Nonostante il notevole supporto dato ad esempio dagli Alcolisti Anonimi, la percentuale di successo non è alta nella realtà. Ancora più fallimentare, ci spiega l’autrice, sono i gruppi dei Narcotici Anonimi, nonostante i giudici americani continuino a ordinare di seguirne i programmi. Per l’autrice invece è di fondamentale importanza la ricerca di modi alternativi per chi desidera uscirne una volta per tutte.

Il lettore intuisce che Callie è un personaggio caro alla scrittrice, e anche il lettore finirà per affezionarsi, vedendola come un essere umano in difficoltà, che si è rifugiata nella infida sicurezza della dipendenza.

Falsa testimonianza non deluderà i lettori che vorranno intraprendere questo viaggio fatto di violenza, odio, sconfitte, paura e di desiderio di avere una vita felice.

Dettagli

Genere: thriller

Editore : ‎HarperCollins Italia (30 settembre 2021)

Lingua : ‎Italiano

Copertina rigida : ‎528 pagine

ISBN-10 : ‎8869057232

ISBN-13 : ‎978-8869057236

Dello Stesso Genere...
Thriller
arinaldi
Concerto di morte

Recensione a cura di Alessandra Rinaldi “Bellissimo!”Questa è stata la prima parola che ho pronunciato quando ho letto la parola “fine”. Mi sono separata a

Leggi Tutto »
Thriller
fmanu
L’ombra del lupo grigio

L’ombra del lupo grigio è il romanzo che non ti aspetti. Scritto a quattro mani, è la perfetta fusione di stili e background diversi, personaggi

Leggi Tutto »
Thriller
lfrigiotti
Uva Noir

Lolita entra nel cuore di chi la legge, diventa una amica da seguire, diventa molto familiare. Il lettore ha la possibilità di poter quasi sentire

Leggi Tutto »

Lascia un commento