Genere:
E vissero tutti feriti e contenti – Ettore Zanca
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

61F0cN DviL

Trama

Un padre e un figlio camminano insieme, mano nella mano. Davanti a loro, all’improvviso, appare un circo. Il direttore invita l’uomo e il bambino ad entrare, ma prima li avverte: non è un circo come tutti gli altri. Dentro il tendone, infatti, si consuma lo show della vita e dove le attrazioni sono i vizi e le virtù del genere umano. Seduti sulle poltrone, padre e figlio si ritrovano ad assistere a un susseguirsi di spettacoli che diventano storie e raccontano di equilibristi e giocolieri che si muovono tra lesioni e speranze. Dodici storie, un unico cammino. I due ne restano travolti, apprendono lezioni importanti, fino al sorprendente finale in cui i vari protagonisti dello spettacolo aiutano il padre, prossimo a compiere un gesto estremo, a ritrovare un filo perduto e forse malamente spezzato della sua esistenza. Ettore Zanca firma un caleidoscopio di suggestioni e di emozioni, ma soprattutto un viaggio appassionato nella vita, imperfetta come noi, a tratti spiazzante, altre volte commovente, ma che alla fine ti chiede soltanto di alzarti in piedi e di sorridere. Perché la speranza ha sempre un sorriso e va cercata nelle nostre singole sofferenze e preziose diversità.

 

Recensione a cura di Stefano Cassini

Ettore Zanca in questi tredici brevi racconti ci porta, usando la sapientemente la metafora del circo, alla scoperta dei sentimenti umani.

Pregi e difetti, vizi e virtù, vengono espressi da clown, giocolieri e acrobati della vita di tutti i giorni; come ogni circo che si rispetti non mancano le belve, anch’esse “usate” metaforicamente nel racconto “Mastro pregiudizio e signora presunzione”.

È un libro breve che difetta di cura, non in modo grave per la verità. Il vero problema, a mio modo di vedere, è la mancanza di linearità di una narrazione che ho trovato assai telegrafica e caratterizzata da un eccesso di punteggiatura in alcuni racconti. Peccato, perché le storie sono accattivanti e, come dice Enrico Ruggeri nella sua prefazione, ci invitano a soffermarci su chi ci passa vicino.

 

Dettagli

  • Genere: Narrativa contemporanea
  • Copertina rigida: 128 pagine
  • Editore: Ianieri (25 Settembre 2017)
  • Collana: Narrativa e romanzi
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8894890147
  • ISBN-13: 978-8894890143
Dello Stesso Genere...
Noir
etodaro
Una mattina come questa

Ormai, dobbiamo considerare Lorenzo Scano tra gli scrittori, che dalla Sardegna ci fanno capire cosa deve essere il noir. Avevamo già intuito, leggendo “Hinterland “

Leggi Tutto »

Lascia un commento