Genere:
Diseredati
Ognuno dei racconti di questa raccolta affronta drammi individuali che sono, al contempo, importanti temi sociali, dallo stupro alla pedofilia, dall’immigrazione clandestina alla disoccupazione, dalle lacune del nostro sistema sanitario all’inquinamento ambientale e molto altro ancora. La narrazione ci pone nella condizione di immedesimarci nei protagonisti, di vestirne i panni e, quindi, di partecipare al loro dolore e alla loro sofferenza. L’incedere degli avvenimenti è impietoso e l’autore lascia trapelare il proprio sdegno senza mascherarlo. I racconti diventano il mezzo privilegiato attraverso cui riflettere sui grandi problemi di attualità attraverso la ricerca di un forte coinvolgimento emotivo. Le storie prendono il posto delle notizie dei telegiornali, quelle che ascoltiamo ogni giorno, quasi fosse uno stillicidio quotidiano di cui ormai non riusciamo più a fare a meno ma a cui siamo talmente abituati da non farci più caso.
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Una raccolta dal contenuto vario e attuale che pone il lettore nella condizione di riflettere e di prendere una posizione. Roberto Chirico espone i racconti con spirito empatico immedesimandosi nei protagonisti che spesso sono bambini e ragazzi. Lo scorrere delle pagine è incalzante, si cerca un lieto fine che puntualmente non arriva e allora ci si chiede il perché quasi si volesse entrare nelle storie per cambiare il corso degli eventi o aiutare i protagonisti. Nel libro ci sono riferimenti all’immigrazione clandestina, allo stupro, alla pedofilia, alla ricerca a di un’identità fisica e personale delle persone diversamente abili. Sono notizie di cui sentiamo parlare di continuo nei tg ma a cui forse non facciamo più caso quasi le sentissimo senza ascoltare e riflettere. La lettura è stata piacevole e sorprendente, emotivamente coinvolgente. Penso sia un libro da leggere per non restare indifferenti a ciò che accade intorno a noi.

 

Dello Stesso Genere...
Noir
etodaro
Il commissario Bordelli

Un appassionato lettore in più  fiorentino  non può non sentirsi tirato in causa, nel leggere quanto Vichi ci propone attraverso la figura del commissario Bordelli

Leggi Tutto »

Lascia un commento