Genere:
Alle porte della notte
Una spettacolare rapina in via Montenapoleone – il salotto buono della città – dà il via a una nuova indagine che porterà il giornalista hacker Enrico Radeschi e il vicequestore Loris Sebastiani a scoprire un nesso con un’altra rapina milionaria svoltasi quindici anni prima nel Diamond Center di Anversa, i cui colpevoli non sono mai stati arrestati. Uno dei banditi implicati in quel colpo memorabile era stato ucciso dai compagni, e oggi le sue impronte vengono ritrovate all’interno della gioielleria che ha appena subito la rapina nel centro di Milano. Com’è possibile? Nel tentativo di catturare i colpevoli e di far luce sul mistero di quelle impronte, il capo della polizia di Anversa invia in Italia Julie De Vos, una conturbante poliziotta dell’Interpol che instaurerà un rapporto speciale con Sebastiani, mettendosi a disposizione per aiutarlo a risolvere il caso. Nel frattempo, Radeschi si farà coinvolgere dal Danese – il suo amico greco dall’animo da bandito – in uno strano sequestro di persona maturato negli ambienti della mafia russa…
Hai letto anche tu il libro? Lasciaci un commento…

Alle porte della notte è l’ottavo romanzo scritto da Paolo Roversi con protagonista il giornalista Enrico Radeschi e il vicequestore Loris Sebastiani. Il libro è uscito a settembre ed è edito da Marsilio. In questa nuova avventura Radeschi segue le indagini che la squadra investigativa del vicequestore porta avanti per scoprire gli autori di una rocambolesca rapina avvenuta in una gioielleria nel centro di Milano. L’inchiesta non è semplice e molti elementi contribuiscono a complicarla ulteriormente come ad esempio un collier ritrovato sulla scena del crimine con le impronte di un rapinatore che aveva partecipato anni prima al colpo del secolo in Belgio e poi morto ammazzato subito dopo. Dal Belgio giunge anche una affascinante poliziotta inviata per aiutare nelle indagini e per trovare eventuali collegamenti ma che ha qualche segreto di troppo. Siamo nel periodo tra Natale e Capodanno. Il vicequestore Sebastiani sarebbe partito a breve per le vacanze in dolce compagnia invece vi deve per forza rinunciare per coordinare i suoi uomini in una Milano fredda ed innevata. Insieme ai due protagonisti c’è anche il danese, l’amico greco di Radeschi, impegnato, questa volta, a tenere a bada niente meno che esponenti della mafia russa. Il romanzo è scritto con la solita grande abilità da Roversi che abbina un’indagine ficcante e coinvolgente all’ironia sostenuta soprattutto dai dialoghi e dalle riflessioni di Radeschi. Il giornalista hacker ancora una volta non mancherà di far valere il suo fascino. Questa volta su Andrea una ambiziosa e valida reporter che collabora al suo blog, il quale è sempre più protagonista nella vita dell’ex giornalista del Corriere. MilanoNera, diventa sempre più popolare anche grazie alla tempestività e alla incisività delle notizie che vengono fornite agli internauti, collezionando record di visualizzazioni. La lettura del romanzo scivola veloce sia per la scrittura semplice ed immediata sia per l’interesse e l’attesa che crea nel lettore. Un meritato plauso allo scrittore anche se ormai le avventure di Radeschi e soci non sono più una novità e la sua bravura non è più una notizia.

Dello Stesso Genere...
Giallo
felix77
Omicidio al civico 7

Recensione a cura di Dario Brunetti Omicidio al civico 7 segna il ritorno di uno dei più illustri scrittori di noir del nostro tempo, Angelo

Leggi Tutto »

Lascia un commento